Cronaca Ragusa 30/08/2015 11:12 Notizia letta: 3438 volte

Ladri di carrube, due arresti dei carabinieri

Francesco Caronte e Nunzio Errigo
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-08-2015/1440925974-0-furto-d-auto-due-arresti-dei-carabinieri.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-08-2015/1440926039-1-furto-d-auto-due-arresti-dei-carabinieri.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-08-2015/1440925974-0-furto-d-auto-due-arresti-dei-carabinieri.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-08-2015/1440926039-1-furto-d-auto-due-arresti-dei-carabinieri.jpg

Ragusa - I carabinieri di Ragusa e Santa Croce Camerina hanno arrestato due persone per furto aggravato in concorso nelle campagne di contrada Granatello, tra il castello di Donnafugata e Santa Croce.
La stagione della raccolta di mandorle e carrube è entrata nel vivo e come ogni anno anche i relativi furti sono iniziati. Anche una decina di giorni fa erano stati arrestate persone per furto di carrube, quattro vittoriesi arrestati lungo la s.p. 21 dai CC di Ragusa. E la settimana prima altri due, per mandorle e carrube, a Modica. Purtroppo la vastità delle campagne iblee rende quasi impossibile cogliere i ladri in flagranza se non grazie alle segnalazioni di agricoltori, le stesse vittime o i loro vicini, che tempestivamente chiamano il numero unico europeo 112.
Ieri sera verso le 21 una chiamata al 112 del proprietario del terreno ha riferito la presenza di due sconosciuti a lavorare sui carrubi. Arrivati sul posto, i militari hanno trovato due persone intente ad allontanarsi su di una vecchia Fiat Uno. Nel portabagagli quasi 300 kg di carrube. Francesco Caronte, 38enne, e Nunzio Errigo, 37 anni, sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso.
Dopo i rilievi foto-dattiloscopici, d’intesa con il pubblico ministero, dott.ssa Monego, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.
Pur assorbiti dal quotidiano, pressante, impegno sul litorale, i carabinieri non omettono di controllare anche la città e le campagne per garantire sicurezza non solo a chi si gode l’estate in riva al mare ma anche a chi d’estate deve lavorare o comunque deve rimanere in città.

Redazione