Cronaca Scoglitti 16/09/2015 12:28 Notizia letta: 2456 volte

Ladri di biciclette, ma non è una canzone

Nordaficani
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-09-2015/1442399367-0-ladri-di-biciclette-ma-non-e-una-canzone.jpg&size=500x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-09-2015/1442399394-1-ladri-di-biciclette-ma-non-e-una-canzone.jpg&size=500x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-09-2015/1442399367-0-ladri-di-biciclette-ma-non-e-una-canzone.jpg&size=500x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-09-2015/1442399394-1-ladri-di-biciclette-ma-non-e-una-canzone.jpg

Vittoria - In piena notte hanno visto delle biciclette adagiate al muro di una veranda di un’abitazione estiva di vittoriesi a Scoglitti, hanno scardinato il cancello, sono entrati e poi, aiutandosi con degli attrezzi appositamente portati con loro e custoditi dentro uno zainetto, hanno con un flex tagliato di netto la catena che le assicurava ad un aggancio fisso e se ne sono impossessati.
I rumori provocati dall’attrezzo elettrico hanno attirato l’attenzione dei vicini che hanno chiamato la Polizia.

La Volante del Commissariato di Polizia di Vittoria è arrivata sul posto immediatamente trovando per strada tre soggetti che trasportavano una bicicletta. Questi hanno tentato una precipitosa fuga ma sono stati prontamente bloccati. Avevano con loro anche uno zainetto che conteneva il flex, una mazza da baseball e guanti in lattice.
Si tratta di tre giovani soggetti di origine nordafricana.
Due di loro sono appena ventenni, si tratta di Mehdi Boussaada, nato in Tunisia, e di Aimen Chaouch, nato a Vittoria. Entrambi hanno già precedenti di polizia e si trovavano già sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Vittoria in ordine ad un procedimento penale per una rissa che li aveva visti coinvolti.
Il terzo soggetto, C.A., è ancora minorenne.
Tutti e tre sono stati tratti in arresto perché colti nella flagranza del reato di furto aggravato.
Come disposto dall’autorità giudiziaria Boussaada è stato posto agli arresti domiciliari e Chaouch condotto presso il carcere di Ragusa.

Redazione