Lettere in redazione Modica

Geoetico, parla l'assessore Rita Floridia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Modica - Ho deciso di scrivere queste poche righe perchè voglio fare chiarezza su un argomento che qualcuno sta strumentalizzando per proprio tornaconto personale. Mi riferisco alla struttura Geodetica di Viale Fabrizio che nel corso della prossima settimana , dopo che giorno 25 è scaduto il contratto di affidamento al gestore privato, ritornerà legittimamente nelle disponibilità del Comune di Modica. Purtroppo questo passaggio non è andato giù a chi sta cercando di mettermi contro le famiglie dei bambini che frequentano i corsi della Modipa Athletic, credendo magari di avere acquisito un diritto di utilizzo della struttura vita natural durante, dipingendomi come lchi vuole buttare fuori i bambini che fanno sport per avvantaggiare le società di pallavolo. Questo è un tiro meschino che mi ha ferito molto perchè si è volutamente travisata la situazione, proprio con lo scopo di mettere me e l'amministrazione comunale in cattiva luce. Per questo è giusto chiarire alcuni punti.
Punto primo: il Comune non ha tolto la struttura a nessuno, come ho sentito dire e come mi è stato riferito, ma è semplicemente ritornato a gestire, dopo 10 anni di affidamento, una sua struttura impegnandosi in lavori di ristrutturazione per metterla a disposizione della città.
Punto due: ricollegandomi al punto precedente, voglio ribadire che la Struttura Geodetica è patrimonio sportivo dell'intera città. QUALSIASI società sportiva può usufruirne, compresa la Modipa Athletic che nessuno si sognerebbe mai di buttare fuori. Anzi riconosciamo l'ottimo lavoro svolto negli anni da Paolo Modica e gli ribadiamo la disponibilità, se ne ha voglia, di continuare ad allenare i ragazzini al Geodetico.
Punto tre: affronto il problema del collocamento degli attrezzi fitness di proprietà del gestore uscente. E' stato fatto credere ai genitori dei bambini, per mettermi in cattiva luce, che subendo pressioni dalle società di pallavolo, io mi sia alzata una mattina e abbia deciso di far sgomberare la struttura da ogni attrezzo, impedendo così l'inizio della stagione agonistica per gli allievi della Modipa. Niente di più falso. Essendo collocati nello stesso ambiente del campo gara, essi rappresentano un pericolo per gli utenti e gli spettatori degli eventi che verranno organizzati. Non essendo attrezzi di proprietà del comune, l'Ente, o gli utenti del Geodetico, non possono e non vogliono assumersi la responsabilità di eventuali danni a persone o cose. Mi si diceva che all'Auditorium c'erano e si giocava a pallavolo senza problemi. Chi dice ciò omette volutamente di dire che allora erano custoditi all'interno di una sala, separata dal campo gara e comunque chiusa da una porta. Cioè in totale sicurezza. Purtroppo al Geodetico questo non è possibile o saremmo ben lieti di lasciare là gli attrezzi a disposizione degli atleti. Siano essi pallavolisti o runners.
-- Ce ne sarebbero tanti altri punti da affrontare, tante altre cattiverie gratuite che ho dovuto subire. Ma non mi pare il caso di continuare. Mi premeva solo chiarire alcuni punti. Questa è la realtà dei fatti, piaccia o non piaccia. So che molti continueranno a girarsi dall'altra parte per non accettare la realtà dei fatti ma io un chiarimento avevo l'obbligo morale di darlo.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif