Economia Modica 09/10/2015 22:59 Notizia letta: 4476 volte

Colacem in bilico, Abbate chiede di non chiudere

Stato di crisi
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2015/1444424415-0-colacem-in-bilico-abbate-chiede-di-non-chiudere.jpg&size=887x500c0

Modica - Si è tenuto questa mattina, un incontro tra il Sindaco di Modica Ignazio Abbate ed i rappresentanti della Colacem spa, l'Azienda di cementificio, che per tanti anni, è legata buona parte dei destini economici di questo territorio. Una realtà che ha testimoniato del lavoro di tanti minatori, operai e di brillanti manager ed imprenditori. Una realtà che ha dato lavoro a migliaia di famiglie ragusane ed ha rappresentato un polo industriale che, anche grazie al vasto e variegato indotto, ha fatto del nostro territorio un centro d’eccellenza. L'incontro si è orientato sullo stato di salute dell'Azienda ed in particolare sullo stabilimento di Modica/Pozzallo.
Il Dott. Angeli uno dei rappresentanti dell'Azienda, ha fatto un excursus al Sindaco sul mercato del cemento a partire dal 2007, quando i volumi prodotti si aggiravano intorno ai 48 milioni di tonnellate, ad oggi, con un abbattimento di produzione che ha ridotto i volumi fino a 19 milioni di tonnellate, circa il 60% in meno. Chiaramente - ha detto il Dott. Angeli - tutto ciò rapportato in termini di siti produttivi, ci vede costretti a dover concentrare la produzione su determinati siti che andranno a soddisfare la quantità necessaria per mantenere in vita la struttura.
Tuttavia l'Azienda ha preso l'impegno, sulle pressioni del Sindaco Abbate, di provare un ulteriore sforzo per difendere i due stabilimenti nell'ex Provincia di Ragusa attualmente in bilico. Ovviamente per fare fronte a questo sforzo, stiamo ricorrendo, come avvenuto in altre circostanze al cig.Intanto per alcuni mesi lo stabilimento di Modica/Pozzallo, che tra l'altro risulta strutturalmente il più fragile, si distingue per l'ottimismo e l'impegno con cui i rappresentanti della Colacem stanno gestendo questo delicato periodo in cui la crisi del settore la fa da padrone. Una cosa comunque va detta, come assicurano alcuni studi di ricerca, anche di fronte ad una ripresa il mercato del cemento difficilmente potrà tornare agli antichi splendori, questo comporterà, necessariamente un riordino dei siti produttivi nazionali e di tutti i gruppo cementieri. Alla luce di quanto scaturito da questo incontro il Sindaco Abbate ha chiesto una particolare attenzione per lo stabilimento di Modica/Pozzallo, laddove i lavoratori stanno mantenendo un clima "sereno" ma con il patema d'animo, speranzosi che qualcosa di positivo possa verificarsi per la tutela dei posti di lavoro.
Abbate, dal canto suo è riuscito ad ottenere delle garanzie per la tutela dello stabilimento di Modica/Pozzallo.

Redazione