Lettere in redazione Ispica 22/10/2015 01:21 Notizia letta: 4314 volte

Una gita a Parco Forza. Con sopresa

Riceviamo e pubblichiamo
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2015/1445469726-0-una-gita-a-parco-forza-con-sopresa.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2015/1445469827-1-una-gita-a-parco-forza-con-sopresa.jpg&size=502x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2015/1445469726-0-una-gita-a-parco-forza-con-sopresa.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2015/1445469827-1-una-gita-a-parco-forza-con-sopresa.jpg

Ispica - Spett.le redazione,

scrivo per raccontare una brutta esperienza che testimonia come ad Ispica “Parco Forza” sia gestito in maniera inadeguata.
Domenica 18 arrivo al parco con moglie, bambini piccoli, passeggino e pranzo al sacco. All'ingresso trovo una bella area attrezzata con parco giochi. E mi dico “ecco il modello Ragusa”! Tuttavia i miei entusiasmi durano un attimo.
Vado al botteghino e trovo 4 persone, immagino tutti dipendenti regionali, mi dicono che si “chiude” alle 13,30 quindi il pranzo si dovrà fare nel parcheggio. Mi consegnano una fotocopia fronte retro, un piccola guida del parco. Mi pregano di restituirla alla fine del giro perchè hanno solo quella (e pensare che ho pagato 4 euro di biglietto, una fotocopia di 5 cenc la potevano pure lasciare). Facciamo la visita di corsa saltando l'ultima parte per non sforare il limite orario delle 13,30. Non riesco nemmeno a leggere la guida per la fretta. Trovo i bagni chiusi. Trafelato arrivo all'uscita. I bimbi si fiondano sui giochi all'ingresso ma devo strapparli dalle altalene perchè sono le 13,35! Lasciamo il parco alle 13,40 ed i 4 dipendenti, che intanto si erano già sposti sul cancello di uscita, chiudono con i lucchetti. Guardo la tabella degli orari per programmare una nuova visita e scopro che in realtà il parco dovrebbe chiudere alle 14 ma i dipendenti sono già in macchina. Guardando l'orario penso che chi li firma (la dirigente responsabile Arch. Sparacino) li abbia cuciti sulle esigenze dei dipendenti e non sui cittadini-fruitori. Aprendo praticamente solo la mattina mi chiedo quanti visitatori riescano a totalizzare.
Infine, dopo il pranzo in parcheggio, facciamo una breve passeggiata nel sentiero di cava d'Ispica e troviamo ad accoglierci uno strano signore che indossa una maglietta della regione Sicilia. Ci chiede una mancia per farci visitare una chiesa rupestre. Dico che ho già pagato al parco ma risponde che “qui è un'altra cosa”. Allora gli chiedo se lui sia un dipendente regionale o della diocesi, mi risponde sibillino che è un “quasi volantario”. Visito la chiesetta che è piena di scrittacce sui muri ed in uno stato complessivo di degrado, sembra prossima al crollo. Lascio tre euro di “offerta” e penso che in due ore mi è crollato il modello Ragusa e la convinzione che noi Ragusani siamo onesti e laboriosi... Mah!

Lettera firmata
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg