Sanità Scicli 22/10/2015 14:39 Notizia letta: 4033 volte

Ospedale, l'on Ragusa: sul mio conto falsità

La svista di StartScicli
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2015/ospedale-l-on-ragusa-sul-mio-conto-falsita-500.jpg

Scicli - “Sappiamo che i grillini sono dei maestri nella condivisione su Facebook. Condividono tutto quello che capita loro sotto tiro, spesso senza tanta attenzione. E così è accaduto che, una di loro, ha condiviso l’esito di una votazione all’Ars del marzo 2009 del piano di riordino sanitario cosiddetto Russo, dal nome dell’assessore regionale che lo aveva proposto, spacciandolo come il documento d’aula che segnò l’inizio della fine per l’ospedale Busacca. Niente di più falso. Bisognerebbe dare un occhiata ai documenti prima di millantare credito”.

E’ la sottolineatura che arriva dal coordinamento cittadino dell’Udc di Scicli a proposito della complessa questione riguardante la ventilata chiusura dei piccoli ospedali regionali, compreso il Busacca, così come emerso dopo la bocciatura dell’attuale piano sanitario siciliano da parte del ministro Lorenzin.
“Il documento mostrato – continua l’Udc di Scicli – in cui si vorrebbe far credere che, in seguito ad apposita votazione, l’on. Orazio Ragusa avrebbe contribuito a depauperare il nosocomio sciclitano, è l’ennesima operazione all’insegna del falso storico in cui i grillini eccellono. Infatti, il documento riporta l’esito della votazione del piano che poi fu convertito nella legge n.5 dell’aprile 2009. E invitiamo i grillini a leggere tutti i 34 articoli della legge e a riportare il rigo in cui si parla del depotenziamento del Busacca o dei piccoli ospedali. Non lo possono fare perché non esiste ( http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g09-17o/g09-17o.html.) Ci dispiace che il neonato movimento civico Start Scicli sia caduto in questo tranello tanto da lasciarsi andare a generiche bacchettate nei confronti dei politici sciclitani quando invece l’on. Ragusa, e l’Udc è sempre stato al suo fianco, durante il suo mandato si è sempre battuto per il mantenimento dei posti letto esistenti, a Scicli come nel resto della provincia”. Il coordinamento cittadino dell’Udc di Scicli ipotizza che “essendo tra gli ultimi arrivati, il movimento Start Scicli avrà magari qualche difficoltà a ricordare qual è stato il ruolo di chi, come l’on. Ragusa, si è speso a sostegno della Sanità della propria città quando invece c’era chi, dall’altro, voleva imporre scelte oltremodo penalizzanti. Del resto, la battaglia per il Busacca da parte del nostro deputato regionale – continua l’Udc – ha avuto sempre una sua coerenza, ha sempre seguito un percorso logico. E ci spiace che Start Scicli, invece di accodarsi a chi rimesta nel torbido come fanno i grillini, non ritenga opportuno, per il diritto alla salute, per garantire le dovute tutele ai cittadini della nostra comunità, smettere il colore politico e formare il fronte comune che l’on. Ragusa ha già auspicato durante l’assemblea cittadina di lunedì scorso. Altro che iniziative strumentali. Qui è in gioco la tranquillità di una comunità, il diritto a potere ottenere le dovute garanzie per quanto riguarda le cure sanitarie di una intera cittadina. E su questo non possiamo derogare. Né possiamo ammettere che si continui un gioco al massacro giusto per il piacere di denigrare questo o quel soggetto politico. Oggi c’è bisogno di una risposta forte da parte di tutti. Noi tendiamo la mano a Start Scicli. E speriamo che anche loro condividano assieme a tutti gli altri partiti politici, alle associazioni, ai movimenti presenti in città e, naturalmente, a tutti i cittadini, questo percorso comune per salvare l’ospedale Busacca che ha già preso il via con l’assemblea di lunedì scorso”.

Redazione