Attualità Palermo 29/10/2015 13:48 Notizia letta: 2135 volte

Il pupo siciliano in 3D

Realtà aumentata
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/29-10-2015/1446119388-0-il-pupo-siciliano-in-3d.jpg&size=421x500c0

Palermo - Un esperimento avanguardistico permetterà al pupo più antico del mondo di avere un suo “doppio” in 3D. Semplicemente puntando smartphone o tablet su una bacheca. E’ questo il progetto del Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino di Palermo che si chiama #CARINDA Augmented Reality, sviluppato dal direttore del museo, Rosario Perricone, insieme a Danilo Di Gesù e Stathis Katomeris, rappresentanti della Neotch-group. Da venerdì 6 novembre, dunque, si potrà scoprire l’applicazione per tablet e smartphone, attraverso cui il visitatore del museo potrà immergersi nella realtà virtuale. Il progetto vuole creare un percorso formativo e multimediale incentrato sull’epica cavalleresca del teatro dell’opera dei pupi, attraverso l’uso dei modelli 3D delle marionette che si “animeranno” come se fossero stati manovrati dai maestri pupari. La protagonista assoluta di questo esperimento è Carinda, il pupo più antico che possiede il museo, personaggio minore dell’opera dei pupi (sorellastra di Rinaldo), una donna guerriera che per la prima volta avrà un suo doppio virtuale in grado di muoversi, combattere, saltare e inchinarsi. E’ stato realizzato nel 1838 ed è uno dei pochissimi a recare una data incisa sulla corazza. Si tratta di un esperimento di realtà “aumentata” (da qui il nome del progetto) che consiste nell’arricchire la percezione sensoriale dei visitatori tramite informazioni elettroniche: sovrapposizione, dunque, di elementi reali (in questo caso il pupo Carinda) e animazione 3D, audio e multimediali, cioè un mondo che trascende quello materiale. In questo modo, il pupo Carinda trascenderà il tempo ed entrerà in contatto in maniera assolutamente innovativa con i fruitori del museo, aprendo le frontiere ad un nuovo modo d’intendere l’antica arte dell’opera dei pupi ma anche del ruolo stesso di un museo.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif