Attualità Chiaramonte Gulfi 29/10/2015 00:57 Notizia letta: 4063 volte

Siamo bravi ragazzi e facciamo anche un film

Intervista a Enrico Lando ed Herbert Ballerina
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/29-10-2015/siamo-bravi-ragazzi-e-facciamo-anche-un-film-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - Stanno per volgere al termine le riprese del film “Quel bravo ragazzo”, firmato da Enrico Lando e prodotto dalla Lotus. Oggi, il set è stato allestito a Chiaramonte Gulfi, precisamente in piazza San Giovanni: per l’occasione, il piazzale antistante la chiesa si è trasformato in una piccola “sagra di paese”. Sul set abbiamo incontrato il regista padovano Enrico Lando ed Herbert Ballerina (Luigi Luciano) che ci hanno gentilmente dedicato qualche minuto del loro tempo e concesso un’intervista.

Enrico Lando, è la prima volta che lei gira in Sicilia?
“Si. Mai fatto un film qui”.

A che cosa allude il titolo? Rimanda forse al più noto film di Scorsese?
“E’ vero, il titolo fa pensare a quel film, ma non è una parodia. Piuttosto, rimanda proprio al genere mafioso. Il protagonista fa parte del gruppo di Maccio Capatonda ma abbiamo coinvolto non solo le persone che lavorano con lui, ma anche attori siciliani che, in genere, hanno avuto ruoli più drammatici. L’idea, infatti, è quella di mettere a contrasto il mondo “leggero” di Herbert Ballerina con il mondo dei film mafiosi. Il tutto, naturalmente, per rendere il film ironico”.

E’ stato detto che ci sarà anche Nino Frassica.
“No, Nino Frassica non c’è. Ci sono altri attori siciliani come Tony Sperandeo, Enrico Loverso, Ninni Bruschetta, Corrado Fortuna e un cameo di Ernesto Mahieux. Del gruppo di Maccio Capatonda, invece, ci sono il protagonista Luigi Luciano (Herbert Ballerina), Ivo Avido e Maccio stesso”.

Quando terminerete le riprese?
“Sabato concluderemo del tutto. Abbiamo impiegato cinque settimane in totale e siamo stati a Chiaramonte, Scicli, Marina di Ragusa, Scoglitti, Castello di Donnafugata, Villa Fegotto”.

Quando vedremo il film nelle sale cinematografiche?
“La data non è stata ancora stabilita ma sicuramente sarà a marzo”.

Luigi Luciano, in arte Herbert Ballerina, è il suo primo film da protagonista?
“Si, è il mio primo film da protagonista. Sono stato coprotagonista nel film “L’italiano medio” con Maccio Capatonda, e ho lavorato con Checco Zalone in “Che bella giornata”, ma era un ruolo più marginale. In “Quel bravo ragazzo” ho partecipato da protagonista in tutti i sensi, in quanto anch’io ho collaborato con gli sceneggiatori”.

Come potremmo definire la sua comicità?
“Sicuramente Maccio ha portato una ventata di freschezza in Italia per quanto riguarda il genere, perché è riuscito a creare un mondo in cui io, però, sono entrato successivamente. Questo film, però, più che comico-surreale, potremmo definirlo basato sugli equivoci. Il personaggio è un po’ surreale, ma rientra comunque nel genere comico in senso stretto. La comicità di Maccio, invece, è più una critica sociale”.

E’ la prima volta che gira in Sicilia?
“Si e devo dire che sono molto contento. Ci hanno trattato tutti benissimo ed è stata un’esperienza molto bella”.

Qual è la metafora del film?
“La metafora è che a volte non si può essere quello che vogliono i genitori e che in un mondo difficile come questo è davvero dura per i puri di cuore”.

Irene Savasta