Economia Ragusa 05/11/2015 20:46 Notizia letta: 4405 volte

Eni, cercasi marito per Versalis, bello onesto, emigrato

Brutto di notte
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-11-2015/eni-cercasi-marito-per-versalis-bello-onesto-emigrato-500.jpg

Ragusa - Eni cerca un marito per la chimica. Un compagno di viaggio con cui condividere piaceri economici e dolori finanziari.
Un socio – così annuncia Claudio Descalzi, amministratore delegato eni- “con cui gestire la riduzione della partecipazione di eni in modo prudente ma soprattutto con l'obiettivo di permettere a Versalis di trovare un partner che possa garantire gli investimenti e lo sviluppo della chimica in Italia”. E perchè no, anche le risorse umane, dunque, i livelli occupazionali. Come dire, Versalis, se non trova marito non ha futuro. Il partner deve essere anche di bella presenza, ricco, soprattutto, e specializzato nella chimica. Altrimenti non se ne fa nulla.
Queste sono le dichiarazioni odierne dello strapagato manager di eni (che in appena due anni di mandato, seminando dividendi per tenere calmi i soci e raccogliendo, invece, disastri nei conti economici) a margine di un'audizione alla Camera riguardo anche la cessione di Versalis.
Descalzi ha perfino affermato che eni non vuole “che ci siano dei cambiamenti rispetto al progetto di Versalis che abbiamo iniziato nella sua trasformazione andando verso le specialities, migliorando i mercati finali, rendendolo più redditizio e soprattutto investendo per trasformarlo. Questo è un processo che deve andare avanti, è un cammino che abbiamo intrapreso e che vogliamo difendere”.
Coi soldi degli altri, però.
Se non fosse seriamente compromesso il destino di almeno 20.000 famiglie, tanto è il corpo sociale che popola Versalis, tra diretto e indotto –e le dichiarazioni rese ieri ai sindacati e oggi alla stampa dal manager dell’ente nazionale idrocarburi lo confermerebbero pure- la vicenda della vendita della chimica di Stato a privati da parte di eni, potrebbe essere assunta, certamente, a simbolo della commedia e del grottesco. Nei film, o in teatro, quando si parla di tragedie, l’attore recita sempre coi toni della farsa. Così parlò Eni.

Redazione