Attualità Catania 06/11/2015 18:53 Notizia letta: 2968 volte

Mucche all'aeroporto? Volevano partire per l'India

L'ironia sul web
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-11-2015/1446832441-0-mucche-all-aeroporto-volevano-partire-per-l-india.jpg&size=1205x500c0

Catania - E dopo il video delle mucche in aeroporto a Catania non potevano certo mancare i commenti. L’ironia si spreca, visto lo spettacolo delle “mucche alla riscossa” che hanno invaso l’aeroporto di Catania, fra lo sgomento e l’ilarità dei turisti, di chi ci lavora o di chi era lì per caso. Ad ironizzare sui fatti e i costumi della città etnea, che da oggi potrebbe anche cambiare il proprio simbolo e mettere la mucca al posto dell’elefantino (o liotru che dir si voglia), ci pensa la simpatica pagina Facebook “La liscìa Catanese”, community che ha attualmente 51.027 like. Il video delle mucche in partenza, infatti, ha già totalizzato più di 764 “mi piace” e 913 condivisioni in poco più di un’ora. Il numero, ovviamente, è destinato a salire. C’è chi si indigna, giustamente, per lo spettacolo offerto ai turisti in arrivo o in partenza, chi stenta a crederci: “Voglio entrare nella testa dei turisti che uscendo dall'aeroporto hanno visto questo spettacolo. Benvenuti a Catania, bella per cultura, vivace per tradizione”, scrivono. Chi chiede com’è andata a finire. Chi s’immagina una ipotetica conversazione avvenuta fra i cittadini e la Polizia: “Pronto, sono all’aeroporto, venite a prendere le mucche”. Ma i più, prendono il fatto per quello che è: divertente. “remake di Madacascar?”, “perchè a Catania pure le mucche partono per viaggio...”, “ Sulu a Catania si virunu sti cosi”. Altri ipotizzano: “Hanno perso l'aereo per l'India”, “ma se partono con Easy Jet lo sanno che devono portarsi un solo bagaglio a mano?”. C’è chi sostiene che siano in anticipo sui tempi: “Mi sa che è un pò presto per il presepe vivente”. Altri, sui controlli, consigliano: “Valla a buttare la sacca col latte prima del metal detector”. Infine, c’è l’apocalittico: “la mucca pazza è tra noi”. Ma alla fine, il commento più rappresentativo forse è questo: “Noi, numero 1!”.

Irene Savasta