Attualità Ragusa 08/11/2015 21:58 Notizia letta: 3797 volte

Le Donne di Camilleri. Alcune figurazioni speciali iblee

Ambientazioni negli anni 40
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-11-2015/1447016407-0-le-donne-di-camilleri-alcune-figurazioni-speciali-iblee.jpg&size=626x500c0

Ragusa - Probabilmente andranno in onda durante la primavera del 2016 su Rai 1 le 10 mini-puntante della serie televisiva “Donne”, tratte dal libro omonimo di Andrea Camilleri. Prodotta dalla Anele per Rai Fiction per la regia di Emanuele Imbucci, i cortometraggi dureranno circa 10 minuti ciascuno e raccontano le donne viste da Andrea, alter ego dello scrittore Camilleri, dagli anni ’30 agli anni ’80. La provincia di Ragusa, com’è noto, è stata scelta anche questa volta come location per girare alcune scene. In particolare, nei giorni scorsi sono state realizzate le riprese a Chiaramonte Gulfi. Le scene girata nel paesino montano sono ambientate negli anni ’40.

Il giovane Andrea, appena 17enne, capita per caso in un postribolo e conosce una prostituta di nome Oriana, interpretata da Nicole Grimaudo. Oriana, però, non è certo una prostituta come le altre: capitata anche lei per caso in quel posto, la pensione Eva e si distingue subito dalle altre per carattere e passione politica. Suoi clienti sono principalmente i militari fascisti. Proprio dal “confronto” fra i militari e il ragazzo, capiremo il significato che lo scrittore intende dare a questo personaggio: Andrea, infatti, si innamora di questa donna proprio per la sua passione e a sua volta Oriana non può fare a meno di notare come Andrea non abbia nulla a che vedere con l’universo maschile che normalmente la circonda. Una quindicina di comparse chiaramontane sono state chiamate ad interpretare i ruoli più disparati. Alcuni di loro (come si evince dalla foto in cui troviamo da sinistra Enrico Gucciardello, l’attore Rosario Minardi, Salvatore Lucifora e Paolo Gulfi), hanno interpretato i miliari fascisti, capitanati da Pasquinotto (Rosario Minardi). La location scelta è stata l’arco dell’Annunziata e via Tommaso Chiavola. Oltre ad Oriana, vedremo altri personaggio femminili che hanno costellato e cambiato la vita di Andrea: da Pucci (Carolina Crescentini), donna dell’alta borghesia milanese che rappresenta l’imprevedibilità del femmineo, alla nonna Elvira (Lucia Sardo), il primo personaggio femminile che indirizza il nipote verso l’arte e la letteratura.

Oltre alle attrici citate, il cast è composto anche da moltissimi attori professionisti siciliani. Il personaggio di Andrea, invece, è interpretato da attori diversi a seconda dell’età (che si snoda dai 6 ai 60 anni).  

Nel cast figurano anche Neri Marcorè, Gianpaolo Morelli e Claudio Gioè.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg