Lettere in redazione Marina di Ragusa 16/11/2015 12:57 Notizia letta: 2420 volte

Gli yacht che sversano i reflui al porto

La denuncia di Sel
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-11-2015/1447675120-0-gli-yacht-che-sversano-i-reflui-al-porto.jpg&size=473x500c0

Ragusa - Alcuni ci fanno notare, attraverso del materiale fotografico, difficilmente opinabile, che presso il Porto Turistico di Marina di Ragusa alcune imbarcazioni opterebbero per lo sversamento di rifiuti liquidi (liquami o altro) direttamente nello specchio d’acqua di ormeggio. Ciò, probabilmente non in ottemperanza del rispetto dell’ambiente e della struttura, nocche delle normative vigenti quali la DIRETTIVA CE 59/2000 e la Convezione Internazionale 73/78 MARPOL.

Tale comportamento, qualora fosse ritenuto scorretto, nocivo o illegale, sarebbe certamente da sanzionare. In virtù di ciò invitiamo gli organismi competenti a vigilare e sanzionare là dove fosse necessario comminare una pena.

Mantenere la struttura del Porto in ottimo stato ne vale non solo dell’ambiante e della struttura stessa ma anche del crescente

afflusso turistico.

B6.2 Rete fognaria per la raccolta di acque nere prodotte dalle imbarcazioni - nautica.it

Le acque nere prodotte dalle imbarcazioni debbono essere distinte in due categorie:

quelle prodotte da wc di tipo chimico con serbatoio asportabile, che necessitano di un punto di svuotamento e pulitura a terra, da ubicare in corrispondenza dei servizi igienici;

quelle raccolte in apposito serbatoio fisso, posizionato all'interno dell'imbarcazione e dotate di collettore unificato ISO 4567 per lo svuotamento tramite un sistema a depressione.

In entrambi i casi i reflui devono essere successivamente convogliati alla rete fognaria.

Il numero di impianti a depressione dovrà essere indicativamente pari ad uno ogni quattrocento barche con un minimo di un impianto.

Gianmarco Dicara
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg