Cronaca Modica 27/11/2015 11:47 Notizia letta: 3851 volte

Sventato un furto di rame in un'azienda

Dalla Polizia
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2015/1448621281-0-sventato-un-furto-di-rame-in-un-azienda.jpg&size=895x500c0

Modica- E’ stato sventato stanotte un grosso furto di rame ai danni di una nota ditta modicana dedita alla lavorazione della pietra. La Polizia, durante un servizio di pattugliamento delle zone periferiche della città, ha notato un autocarro parcheggiato in mezzo al fango e alle sterpaglie, a poche centinaia di metri dalla ditta modicana. Gli immediati accertamenti hanno consentito di stabilire che l’autocarro era stato rubato a Gela alcune settimane prima e per questo motivo sono stati subito effettuati dei servizi di appostamento della zona con l’impiego di numerose pattuglie, finalizzati a rintracciare e bloccare i soggetti che, probabilmente, avevano aspettato le ore notturne per riprendere l’autocarro. Poco dopo sono arrivate due autovetture che, avendo probabilmente visto la Polizia in zona, hanno invertito subito la marcia allontanandosi dalla zona a forte velocità, dileguandosi per le strade delle campagne modicane. Il pattugliamento della contrada ha consentito di rinvenire, a circa un chilometro di distanza dal luogo dell’avvistamento, le due autovetture abbandonate dai malviventi che avevano continuato la loro fuga a piedi, favoriti nella dall’oscurità della notte. Delle due autovetture rinvenute dalla Polizia, una è risultata appena rubata alla ditta presa di mira, mentre l’altra, una macchina di grossa cilindrata, aveva la targa estera. La conferma che il furgone sarebbe servito per compiere un’ulteriore attività criminosa, si è avuta quando all’interno della ditta di lavorazione della pietra è stato rinvenuto un gruppo elettrogeno di grandi dimensioni, già divelto, da cui i malfattori avevano estratto svariati metri di rame già tagliato e ammassato all’interno di un capannone, pronto per essere trasferito sul mezzo rubato a Gela. A conferma di ciò, all’interno dell’autocarro la Polizia ha rinvenuto numerose pinze tranciafili di grosse dimensioni, martelli ed arnesi vari, tutta attrezzatura necessaria per tagliare i fili di rame. Sia il furgone rubato che gli arnesi rinvenuti sono stati posti sotto sequestro per la conseguente attività d’indagine.Il tempestivo intervento della Polizia ha consentito di sventare il furto di centinaia di chili di rame ma purtroppo, nonostante il furto sia stato sventato, la ditta ha patito un grave danno economico a causa del danneggiamento del grosso gruppo elettrogeno e del taglio dei cavi elettrici.

Irene Savasta