Attualità Scicli 30/11/2015 17:37 Notizia letta: 1854 volte

Il bilancio della colletta alimentare

Un solo supermercato - uno solo- per ragioni che non si sa, non ha consentito ai volontari di operare all’interno
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-11-2015/il-bilancio-della-colletta-alimentare-500.jpg

Scicli - 41.252 Kg. è il totale dei prodotti alimentari raccolti nella provincia di Ragusa in occasione della giornata della colletta alimentare per l’anno in corso, svoltasi ieri , come da tradizione, ultimo sabato di Novembre.
Un a cifra notevole e significativa che rivela la sensibilità delle Comunità iblee, che appare tanto più evidente se si pensa che non ostante la crisi attuale la raccolta ha superato le cifre del 2014 di 40.400 kg ed ancora di più quella del 2013 attestatasi a kg. 37.200.
Anche a Scicli la colletta ha avuto un andamento altrettanto generoso, avendo raggiunto quasi 2000 kg. In totale, di cui oltre mille Kg. le offerte raccolte in soli 5 supermercati, a cura del M.A.S.C.I. coadiuvato da alcuni giovani studenti.
Anche da noi pertanto vi è stata attenzione e tanta generosità, visto che tutti, senza distinzione e comprese le persone meno abbienti, non hanno mancato di offrire qualcosa.
La Colletta alimentare, come per tutti gli anni precedenti, ha messo in moto le varie Associazioni, operanti nel Comune accanto alle Parrocchie.
Quest’anno è toccato alle Dame di San Vincenzo; alla Confraternita di Santa Maria La Nova; agli Scouts ed al M.a.s.c.i. Ma vi era pure una nutrita rappresentanza di studenti e di professori.
Tutte insieme sentiamo di ringraziare, in primo luogo, l’intera cittadinanza per l’ attenzione e la sensibilità dimostrate verso le persone meno fortunate. E poi anche e doverosamente gli stessi supermercati che hanno accolto l’invito, collaborando concretamente ed accogliendo all’interno delle loro strutture i volontari incaricati.
Un solo supermercato - uno solo- per ragioni che non si sa, non ha consentito ai volontari di operare all’interno. Un vero peccato perché così essi hanno dovuto organizzarsi all’esterno in una giornata, sì senza pioggia, ma fredda ed umida. Un piccolo neo che speriamo già a partire dal prossimo anno si possa superare.

Redazione