Attualità Ragusa 03/12/2015 00:01 Notizia letta: 2788 volte

Bilanci, sette comuni commissariati

Si tratta dei previsionali
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2015/1449097335-0-bilanci-sette-comuni-commissariati.jpg&size=750x500c0

Ragusa - Sono ben 256 i Comuni siciliani (il 65%) che non hanno approvato il bilancio di previsione entro i termini stabiliti dalla Regione. Il documento forse più importante per i Comuni, infatti, serve per programmare come spendere i soldi durante l’anno solare. Nonostante la proroga concessa fino al 30 settembre 2015, più della metà dei Comuni siciliani hanno approvato il documento in tempo. La Regione, dunque, ha nominato i commissari che dovranno sollecitare e, in caso di necessità, sostituire giunte e consigli (ma stiamo parlando, ovviamente, di atti estremi che nella maggior parte dei casi non avverranno). La nomina dei commissari, infatti, è un atto formale che la Regione, vista l’inadempienza, deve fare affinchè le giunte e i consigli vengano sollecitati. Interessante, comunque, un dato: fra i Comuni inadempienti ci sono tutti i capoluoghi ad eccezione di Ragusa. Tuttavia, la nostra Provincia ha ben sette Comuni che ancora non hanno approvato il bilancio: Acate, Chiaramonte, Giarratana, Modica, Monterosso, Pozzallo e Santa Croce. I commissari, nominati dal neo assessore alla Funzione Pubblica, Luisa Lantieri, dovranno in un primo momento verificare se gli uffici comunali abbiano predisposto lo schema di bilancio, se tali schemi sono già stati approvati in giunta e se, eventualmente, esiste già una data in cui è stato convocato il consiglio per approvare il documento. Una funzione di controllo e di sollecito, dunque. E’ possibile, infatti, che i Comuni abbiano già predisposto gli schemi e siano in attesa soltanto dei pareri dei revisori dei conti o in attesa che il documento venga semplicemente approvato in aula.

Irene Savasta