Attualità Scicli 03/12/2015 23:50 Notizia letta: 4119 volte

Cristina Nardini. Da Bassano a Scicli, la signora della grappa

Capace di passare inosservata, donna di grande eleganza
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2015/cristina-nardini-da-bassano-a-scicli-la-signora-della-grappa-500.jpg

Scicli - Sette generazioni, o se preferite 230 anni. 

Cristina Nardini ha nel cognome la storia, la professione, la famiglia.

Donna elegante e molto discreta, lontano dai riflettori, fa parte di quel novero di veneti che ha scelto Scicli come la propria Arcadia. 

La più antica distilleria d’Italia è nata nel 1779 all'ingresso del Ponte Vecchio a Bassano del Grappa, dal lavoro di Bortolo Nardini. Una passione che da oltre due secoli attraversa le generazioni e diventa sempre più forte e intensa. Dal 1779 Nardini è sempre stata un’azienda a conduzione familiare, entrata a far parte dell’esclusivo club delle aziende familiari bicentenarie “Les Henokiens”.

Oggi è la settima generazione, di cui fa parte Cristina, a portare avanti la tradizione familiare e a diffondere la cultura di un’icona italiana nel mondo.

E lei, quando può allontanarsi dal lavoro, si rifugia nella Scicli in cui trova la dimensione del silenzio e della pace. 

Un ulteriore, grande esempio di emigrazione al contrario, che ha portato circa settecento, fra veneti, lombardi e stranieri a scegliere la cittadina barocca come luogo di una vita autentica. Vera. 

Redazione