Cronaca Vittoria 04/12/2015 10:01 Notizia letta: 3805 volte

Droga, due arresti

Uno è incensurato
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2015/droga-due-arresti-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2015/1449219786-1-droga-due-arresti.jpg&size=374x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2015/droga-due-arresti-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2015/1449219786-1-droga-due-arresti.jpg

Vittoria - Sono stati arrestati Valentino Migliorisi, 25 anni, incensurato, e Carmelo Zisa, 44 anni, pregiudicato. Il primo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, essendo stato ritrovato con quasi 80 grammi di droga, fra hashish e marijuana, mentre il secondo è accusato del reato di evasione. Migliorisi era da tempo monitorato dai militari del Nucleo Operativo e della Stazione di Chiaramonte Gulfi che, da diversi giorni, avevano notato un andirivieni di persone nei pressi della sua abitazione di Vittoria e avevano effettuato numerosi servizi di osservazione e pedinamento: è scattato così il blitz all’interno dell’appartamento che ha permesso di rinvenire oltre 75 grammi di hashish e 4 grammi di marijuana, abilmente occultati in diversi punti della camera da letto, 70 euro in contanti ritenuti frutto dell’attività illecita, un bilancino elettronico funzionante e materiale atto al confezionamento. Il giovane è finito così in manette ed è stato condotto presso la caserma di via Garibaldi dove, al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto ai domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, dott.ssa La Placa, dinanzi alla quale dovrà rispondere del reato di spaccio. Ora, al vaglio degli investigatori, che stanno proseguendo le indagini, la posizione del 25enne, per accertare l’eventuale complicità di altri criminali, e il canale di approvvigionamento della droga. Sempre durante l’attività di controllo del territorio, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile ha riscontrato che Carmelo Zisa non si trovava nella sua abitazione: è partita immediatamente una ricerca in tutto il territorio cittadino, facendo convergere diverse pattuglie, e che si è conclusa dopo alcune ore con l’individuazione del pregiudicato che camminava in via Ruggero Settimo: l’uomo, concluse le formalità di rito presso la sede del Comando Compagnia, è stato di nuovo sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione della dott.ssa La Placa, sostituto procuratore della Repubblica, per i provvedimenti di competenza, dinanzi alla quale risponderà del reato di evasione.

Irene Savasta