Attualità Ragusa 16/12/2015 09:41 Notizia letta: 2072 volte

Sandro Bracchitta vince il premio di incisione Giuseppe Maestri

A Ravenna
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-12-2015/1450255398-0-sandro-bracchitta-vince-il-premio-di-incisione-giuseppe-maestri.jpg&size=609x500c0

Ragusa - L’artista siciliano Sandro Bracchitta, pittore e uno tra i più noti incisori italiani, è il vincitore assoluto del primo premio di incisione “Giuseppe Maestri” che è stato indetto quest’anno all’interno della prima biennale in programma nel fine settimana a Ravenna, presso il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo.

La giuria di esperti, composta da Ermes Baioni (incisore, componente del Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo), Marzia Faietti (direttrice del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze), Diego Galizzi (responsabile del Museo Civico delle Cappuccine a Bagnacavallo) e Angelina Tienghi Maestri, ha deciso di scegliere l’opera “Contenitori ciclici” come quella vincitrice per il prestigioso riconoscimento che ha messo a confronto, dopo una dura selezione, le opere più belle di numerosi artisti italiani che si occupano di incisione. L’opera dell’artista siciliano nasce dal mix tra puntasecca, carborundum e acidatura diretta. Nella motivazione della giuria, che sarà pronunciata durante la premiazione fissata per sabato 19 dicembre alle ore 11, si legge tra l’altro: “Sandro Bracchitta riesce nel non facile compito di far convivere l’espressività seduttiva del colore con un’aderenza rigorosa al linguaggio grafico e una perizia tecnico-esecutiva del gesto incisorio indiscussa. Bracchitta sa camminare con misurato garbo sul filo tra ortodossia calcografica, tradizionalmente fondata sulla carica espressiva delle modulazioni fra bianco e nero, e una ben più eterodossa vocazione all’incursione policroma con intenti non certo estetizzanti, ma semantici e simbolici”. Dunque per Bracchitta è un nuovo significativo successo che tra l’altro rientra nell’ambito dell’importante lavoro che in prima persona, insieme al presidente e ai componenti dell’associazione “Incisori italiani”, ha svolto e continua a svolgere proprio per valorizzare l’arte dell’incisione. Insieme al critico Andrea Guastella, Bracchitta ha curato a Ragusa, nelle scorse settimane, la mostra “Dietro il segno” che ha raccolto le opere più interessanti di numerosi artisti incisori italiani, un corpus di più opere e più tecniche che dopo la Sicilia sarà in esposizione presso villa Benzi Zecchini a Caerano di San Marco, Treviso.

Irene Savasta