Attualità Modica 25/12/2015 11:53 Notizia letta: 4345 volte

L'ultimo saluto all'industriale di Modica

Celebrati i funerali di Carmelo Leocata
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-12-2015/l-ultimo-saluto-all-industriale-di-modica-500.jpg

Modica - E’ stato uno dei principali fondatori del polo avicolo di Modica, quel polo che è in grado di produrre ogni giorno un milione di uova e che è l’unico riferimento di questo settore nel Sud Italia. Si è spento all’età di 84 anni, il noto imprenditore modicano Carmelo Leocata per anni alla guida delle aziende Avimecc e Mangimificio Leocata, entrambe leader nei propri ambiti produttivi. I funerali si sono svolti ieri presso la chiesa di San Pietro a Modica. L’attività imprenditoriale iniziò nel 1972 quando Carmelo Leocata e il barone Montalbano crearono la società, a cui successivamente si unirono anche Antonino Leocata ed altri soci, consentendo loro di passare da rivenditori a produttori, garantendo la fornitura a tutti gli allevatori del comprensorio ibleo.
La svolta dello status aziendale si ebbe nel 1981 quando venne rilevata un’azienda di nome Avimecc, che era un macello di polli. Da quel momento iniziarono gli investimenti e il successivo ampliamento. Negli anni ’90 in azienda sono subentrate le nuove leve, i fratelli Michele e Luca Leocata, continuando comunque a mantenere la leadership nella produzione di carni bianche nel Meridione d'Italia. Va sicuramente segnalata la lungimiranza di Carmelo Leocata che negli anni ’60 e ’70, in pieno boom economico, decise di investire nel settore avicolo divenendo, insieme al barone Montalbano, pioniere in Sicilia. Un’esperienza che poi rimase unica nell’isola ma anche nel Sud Italia e che si ingrandì anche grazie all’arrivo di varie aziende che decisero di operare nel settore. Leocata iniziò con le galline ovaiole, poi passò alla produzione di mangimi attraverso una piccola fabbrica che pian piano è cresciuta iniziando a competere con le grandi aziende.
L’avvento del porto di Pozzallo ha segnato il reale cambiamento perché è stato possibile reperire con maggior facilità le materie prime permettendo poi la possibilità di creare mangimi che sono stati distribuiti alle aziende agricole siciliane e calabrese. Ma il sogno doveva ancora arrivare ed è arrivato con la nascita della filiera chiusa all’interno dell’Avimecc. Un sogno che Leocata è riuscito a vivere pienamente da grande imprenditore e da grande industriale, lui che aveva iniziato la propria carriera lavorativa con un lavaggio per auto a Modica. Un uomo illuminato che ha saputo guardare oltre, a vedere l’evoluzione dei tempi e a questo ha sempre aggiunto i valori fondamentali della lealtà e del rispetto verso l’interlocutore ricordando sempre a tutti che vale di più la parola data che la firma di un contratto. In azienda era per tutti un padre, anche quando qualche volta alzava la voce. Lo faceva proprio con lo spirito paterno con l’obiettivo di far crescere, non certo di umiliare. Un uomo legato alla famiglia, ai figli, ai fratelli con cui era partita questa avventura imprenditoriale. Purtroppo si è ammalato improvvisamente qualche giorno fa. Non ha fatto in tempo ad assistere alla cerimonia di insediamento a Palermo, dell’arcivescovo Corrado Lorefice, il suo parroco di sempre.

Michelangelo Barbagallo
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg