Attualità Chiaramonte Gulfi 27/12/2015 14:13 Notizia letta: 2799 volte

La sala Sciascia si è riqualificata. In energia

Un anno di lavori
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-12-2015/1451222075-0-la-sala-sciascia-si-e-riqualificata-in-energia.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-12-2015/1451222122-1-la-sala-sciascia-si-e-riqualificata-in-energia.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-12-2015/1451222075-0-la-sala-sciascia-si-e-riqualificata-in-energia.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-12-2015/1451222122-1-la-sala-sciascia-si-e-riqualificata-in-energia.jpg

Chiaramonte Gulfi - Dopo un anno di chiusura a causa dei lavori di riqualificazione energetica la sala congressi Leonardo Sciascia di Chiaramonte, situata in corso Umberto nell’antica chiesa di San Francesco, torna fruibile al pubblico. I lavori sono iniziati e terminati durante il 2015 e sono stati effettuati grazie ad un finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente per un ammontare complessivo di 384 mila euro circa. Il bando è stato presentato nel 2010 e all’interno, oltre alla riqualificazione energetica della sala, sono previste attività di workshop formativi con le scuole. La sala Sciascia aveva un impianto di riscaldamento sicuramente obsoleto ed essendo una chiesa oggi sconsacrata, l’aria calda tendeva a spostarsi sempre in altezza (circa sette metri dal suolo) e per questo l’intervento è stato pensato in maniera completamente differente rispetto al passato. Negli anni ’80 la sala ha subito un primo intervento di consolidamento strutturale. Negli anni ’90, invece, sono stati eseguiti i lavori di restauro e i primi interventi di canalizzazione per il riscaldamento forzato tramite una caldaia a gasolio. Purtroppo, però, l’aria calda tendeva a “stagnare” nella parte alta della sala e, tra l’altro, il tetto non era coibentato. Oggi, quel sistema è stato completamente abbandonato in favore di un doppio spessore di pannelli in sughero per la coibentazione del tetto, oltre ad un sistema di pannelli solari sistemato in terrazza che permette il riscaldamento radiante del pavimento tramite una serpentina dove scorre acqua calda a bassa pressione. Inoltre, i pannelli solari servono anche per creare il raffreddamento della sala durante l’estate trasformando l’energia prodotta in aria fredda. E’ stata anche costruita una porta-bussola all’ingresso per evitare ulteriore dispersione di calore. Sono state rimosse le vecchie sedie a ventosa e si è optato per le sedie mobili che verranno sistemate ogni volta ce ne sarà di bisogno. La sala potrà essere utilizzata anche per eventi privati, oltre che per manifestazioni pubbliche. Il sindaco Vito Fornaro, dichiara: “Questo intervento si inserisce nella scelta voluta dall’amministrazione per l’efficientamento energetico dei vari edifici della città, così come sottoscritto dal PAES, il patto dei sindaci che abbiamo approvato nel 2015 e nel 2016 ci consentirà di accedere a nuovi fondi”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg