Cronaca Ragusa 07/01/2016 11:32 Notizia letta: 17324 volte

Muore un bambino di un anno in ospedale a Ragusa. Indagano i Nas

Aveva 11 mesi
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-01-2016/muore-un-bambino-di-un-anno-in-ospedale-a-ragusa-indagano-i-nas-500.jpg

Ragusa - C’è dolore, sgomento e incredulità per la morte improvvisa del piccolo Kledis Totraku di appena 11 mesi, deceduto stamattina all’ospedale di Ragusa Ibla “Maria Paternò Arezzo” per cause ancora sconosciute. I genitori, entrambi di origine albanese residenti a Casuzze e proprietari di alcune serre, hanno già preso un legale di fiducia per le azioni legali. La mamma del piccolo ha appena 27 anni. Lei e il marito ci vogliono vedere chiaro: il PM ha disposto l’autopsia sul corpo del bambino e i NAS hanno provveduto a sequestrare la cartella clinica.
Un familiare, ancora sotto shock per l’accaduto, ha raccontato tutta la vicenda medica che ha portato poi alla tragica fine del piccolo. Il 5 gennaio il bambino comincia ad accusare dei malori: mal di stomaco, leggera diarrea e vomito. Non aveva neanche appetenza. Il bambino urinava latte.
I genitori lo hanno portato da un medico a Santa Croce che, dopo averlo visitato, ha pensato che si trattasse di una gastroenterite ed è stato rimandato a casa. Il familiare, continua: “Ieri è stato il primo giorno in cui si è sentito veramente male. I genitori l’hanno portato al pronto soccorso del Civile, dove gli hanno misurato la febbre. Poi, è stato trasferito all’ospedale di Ibla. Qui, dopo una visita, l’hanno rimandato a casa, dicendo ai genitori che non era niente di grave”. Ma ieri sera il bambino si è sentito di nuovo male ed è stato un’altra volta portato da mamma e papà a Ibla: “Lì, il bambino si è aggravato e a questo punto sono intervenuti tantissimi medici”, continua il familiare e aggiunge: “All’inizio sembrava che ci fosse un piccolo miglioramento ma poi, a causa di un’emorragia interna, il bambino ha avuto tre arresti cardiaci. Hanno tentato di rianimarlo, ma alle 5.30 circa di stamattina è morto”.
C’è tanta rabbia: “Non è possibile che un bambino muoia per una gastroenterite. Non vogliamo che succeda ad altri bambini una cosa così, per questo abbiamo deciso di divulgare questa vicenda. Aspetteremo i risultati dell’autopsia ma i genitori del piccolo hanno già provveduto a contattare il loro legale”.
 

Parla l'Asp

La Direzione Generale dell’Asp di Ragusa, avendo appreso con dispiacere del decesso del piccolo T.K., nell’esprimere vicinanza e cordoglio ai genitori e alla famiglia, comunica che, in merito a quanto occorso, ha proceduto ad avviare immediata indagine interna per accertare l’intero iter clinico-assistenziale fin dal ricovero e che, a tal fine, è stato già disposto accertamento diagnostico per ricercare eventuali ulteriori cause del decesso.

Dalle prime informazioni giunte alla Direzione Generale, da parte dei medici che hanno assistito il piccolo, si evidenzia un tempestivo e costante impegno dei sanitari che per tutto il corso della notte si sono prodigati nel fornire ogni forma di assistenza rianimatoria possibile, senza soluzione di continuità, ma per il continuo peggioramento delle condizioni del piccolo non ha consentito la ripresa delle funzioni vitali.
 

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg