Economia Modica 10/01/2016 23:57 Notizia letta: 4493 volte

La Banca della Contea verso l'aggregazione

Con la banca di San Cataldo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-01-2016/1452466784-0-la-banca-della-contea-verso-l-aggregazione.jpg&size=889x500c0

Modica - La Contea batteva moneta…
Poco più di un anno fa i 1500 soci della banca modicana respingevano con forza la proposta di aggregazione con la banca “La Riscossa” di Regalbuto, scegliendo la difesa dell’autonomia nel percorso di crescita e di rafforzamento sul territorio.
A distanza di dodici mesi la catapulta si orienta sul nuovo percorso di aggregazione della banca modicana alle prese con elevati indici di patrimonializzazione, un paletto da cinque milioni di euro.
Il sogno “modicano” a questo punto sembra, però, transitare alla Banca di Credito Cooperativo “G. Toniolo” di San Cataldo, una delle realtà più significative per la crescita del Credito Cooperativo in Sicilia. Con una quindicina di sportelli presenti nelll'Isola, tra le Banche di Credito Cooperativo operanti in Italia, la Banca di Credito Cooperativo “G. Toniolo” è la seconda per masse intermediate (impieghi più provvista).
Una nuova fase per il futuro della Banca della Contea che deve prepararsi al meglio alla nuova sfida di aggregazione.
Il prezzo dell’operazione? Quello vero lo farà il mercato con gli aumenti di capitale ed è possibile ipotizzare al momento un taglio del valore azionario. Per i piccoli azionisti, la condizione di dover decidere se aderire agli aumenti di capitale. Prima il gioco era ipervalutarne il valore, ora si fa il contrario.
Funziona così l'alta finanza.

Gabriele Giannone
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg