Giudiziaria Ragusa 13/01/2016 18:50 Notizia letta: 3288 volte

Una condanna per il sequestro Cataldo

Il coraggio di denunciare
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2016/1452707458-0-una-condanna-per-il-sequestro-cataldo.png&size=536x500c0

Pozzallo - Era stata sequestrata, picchiata e ingiuriata per un'intera notte ma almeno è riuscita ad ottenere un po' di giustizia grazie al coraggio della denuncia. Finisce con una condanna a un anno e 8 mesi di reclusione (pena sospesa) e con un risarcimento danni di 20.400 euro la brutta avventura di una giovane ragazza ragusana, Mariantonella Cataldo, 32 anni, aggredita dal rosolinese Salvatore Fabio Milazzo la notte del 29 agosto 2010 all'uscita di un locale di Pozzallo, "L'Havana". Assolti, invece, i presunti complici: un amico e la madre dell'imputato. Salvatore Fabio Milazzo e' stato giudicato colpevole dei reati di sequestro di persona, lesioni personali e ingiuria. Secondo la ricostruzione del PM, Veronica Grimaldi, la ragazza venne avvicinata da Milazzo con la scusa di doverle restituire dei soldi. Una volta salita in auto, invece, inizio' l'incubo: la donna è stata picchiata e offesa per tutta la notte. Solo al mattino e' riuscita a contattare la madre e un amico che poi è andata a riprenderla. Successivamente e' stata portata al pronto soccorso dell'ospedale civile di Ragusa e ha denunciato l'accaduto ai carabinieri. Durante il processo si è costituita parte civile assistita dall'avvocato Michele Savarese del foro di Ragusa. Giudice unico del tribunale, la dottoressa Maria Rabini. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni.

Irene Savasta