Lettere in redazione Visto dal Friuli 19/01/2016 22:16 Notizia letta: 3088 volte

Carlo Panella e i maschi in Sicilia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-01-2016/1453238223-0-carlo-panella-e-i-maschi-in-sicilia.jpg&size=500x500c0

Verona - Ho letto svariati articoli riguardo all’uscita infelice dello scrittore Carlo Panella, ospite del programma Unomattina. Panella, invitato a commentare i fatti di Colonia ha pronunciato le seguenti parole: “Dietro Colonia c’è la dinamica del branco, un gruppo di maschi ubriachi, testosterone, che fanno le porcate che facevano i maschi in Sicilia e che forse fanno ancora in Sicilia. Ci sono delle foto clamorose della Sicilia, la foto degli anni ’50 la bella ragazza che passa e tutti i galletti…”

Peccato che la foto incriminata a quanto pare sarebbe “American girl in Italy”, scatto di Ruth Orkin fatto a Firenze, nel 1951. Le feroci parole del signor Panella hanno fatto indignare – giustamente - i siciliani eppure non suonano del tutto nuove. Quanti pregiudizi ruotano ancora attorno alla Sicilia e ai suoi abitanti? Lo dico da turista friulana che ha visitato più volte l’isola: moltissimi. È ancora viva l’idea che i maschi siciliani sottomettano la donna, che siano gelosi, qualcuno addirittura violento. Ma i pregiudizi non riguardano solo questo, no. Si pensa ancora che in Sicilia le persone non abbiano voglia di lavorare o che i siciliani vengano al nord a “rubarci il lavoro”. Strano, pensavo che la Sicilia fosse una regione italiana, non una realtà a parte. Eppure eccoci qua, a fare grandi discorsi sull’immigrazione, sul rispetto, sull’accoglienza. Pronti a tacciare chicchessia di razzismo, quando il divario fra nord e sud è ancora gigantesco. E se si pensa che siano i più anziani a nutrire pregiudizi nei confronti del sud, io sono pronta a smentirvi. Nel civile nord studenti che vantano esperienze all’estero e menti apertissime, sono pronti a puntare il dito contro al sud, senza conoscerlo, senza esserci mai stati, sentendosi in fin dei conti superiori, solo perché “del nord”.

Vidya Bicciato
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif