Cronaca Vittoria

Omicidio Saillant, si indaga sulla vita personale

Una terribile esecuzione

Vittoria - Non aveva debiti con banche o privati, Giorgio Saillant, 57 anni, caposquadra dei vigili del fuoco in servizio a Ragusa. 

Una situazione economica ordinata quella del vittoriese, sposato, padre di tre figli (una residente a Vittoria, due a Milano). 

Lontano da giri loschi della criminalità organizzata, Saillant non aveva nessun rapporto con giri di droga o simili.

Gli investigatori indagano ora sulla sua vita personale, anche in ragione del fatto che Saillant aveva subito danneggiamenti all'auto e al portone di casa. 

L'uomo è stato ucciso con un solo colpo di pistola al volto. 

Anche questo è un segno. Importantissimo, nel codice di chi uccide. 

Polizia e carabinieri che hanno avviato immediatamente le indagini stanno scandagliando il passato e le amicizie della vittima. 

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

La squadra mobile della questura e personale del commissariato di Vittoria stanno continuando a interrogare familiari, amici e conoscenti di Saillant per ricostruire le sue frequentazioni e la sua personalità. Per gli investigatori c’è una certezza: l’assassino conosceva le abitudini del 57enne, tanto da aspettarlo davanti casa.

Il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, e il sostituto Monica Monego, che coordinano le indagini, hanno disposto l’autopsia.


Secondo una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe stato ucciso con un solo colpo di fucile sparato in pieno volto: circostanza che aveva inizialmente spinto gli investigatori a ipotizzare un agguato di stampo mafioso. L’ipotesi è stata subito scartata dopo che è stato appurato che l’uomo aveva un passato senza macchie.

Da poco l'uomo, in compagnia della moglie, era stato a Milano per organizzare il matrimonio di uno dei figli. 

omicidio saillant from Ragusanews on Vimeo.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif