Attualità Catania 28/01/2016 17:18 Notizia letta: 1818 volte

Giulia Sottile, poetessa

Per non scavalcare il cielo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/giulia-sottile-poetessa-500.jpg

Catania - “Per non scavalcare il cielo”. E’ questo il nuovo libro di Giulia Sottile, dottoressa in psicologia e presidente del gruppo C.I.A.I. (convergenze intellettuali e artistiche italiane), presentato ieri pomeriggio nei locali del Borghetto Europa di Catania, edito dalla casa editrice Prova D’Autore.

Una silloge di poesie atipica e comunicativa, quasi senza punteggiatura, essenziale. Tantissimi i rimandi culturali presenti: da Saba a Hugo, passando per Chateaubriand e Camus, Giulia Sottile si conferma autrice versatile e di grande talento, avendo già pubblicato saggi e racconti. “Per non scavalcare il cielo” è la sua prima silloge di poesie. Aggraziata e allo stesso tempo forte, esplosiva ma discreta, la poesia della Sottile rispecchia in pieno la personalità dell’autrice e la sua grandissima preparazione culturale. La serata è stata introdotta dal professor Gaetano Vincenzo Vicari, saggista, filologo e francesista di Niscemi e dalla dottoressa Laura Rizzo, avvocato e scrittrice. Laura Rizzo, spiega: “E’ una silloge deliziosa e la caratteristica principale della poesia di Giulia Sottile è proprio la comunicazione. Il rimando culturale è sicuramente ad Umberto Saba. Altro elemento caratterizzante è la lealtà dei contenuti, perché la poesia non ammette falsità e maschere”.

Gaetano Vincenzo Vicari, invece, ha spiegato un paio di poesie tratte dalla silloge dal punto di vista linguistico e dichiara: “Giulia Sottile potrebbe prendere esempio da Victor Hugo quando diceva che il poeta ha i piedi per terra ma la testa altrove. Il suo mondo poetico richiede un permesso speciale per potervi entrare. E’ per questo che ho chiesto a Giulia: posso entrare?”. Hanno coordinato la serata Francesco Foti e Roberta Musumeci che, insieme a Federica Silicato, hanno anche letto alcune poesie tratte dalla silloge.

Irene Savasta