Attualità Comiso 28/01/2016 21:48 Notizia letta: 3827 volte

Paolo Brosio resta a terra

Nel giorno della sua conversione
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1454014145-0-paolo-brosio-resta-a-terra.png&size=653x500c0

Comiso - Niente “Volo del cuore” per carenza di pellegrini. Paolo Brosio e i fedeli che vogliono recarsi a Medjugorje restano a terra. O almeno, non partiranno dall’aeroporto “Pio La Torre” di Comiso. Motivo? Insufficiente il numero di adesioni da parte dei fedeli. Fallisce così il progetto portato avanti dal noto giornalista mariano che era arrivato fino a Comiso lo scorso mese di ottobre per promuovere e spiegare il progetto. Il suo “Volo del cuore”, infatti, era un’iniziativa nata non solo per collegare con voli charter Comiso-Mostar, ma anche per raccogliere fondi che sarebbero serviti per costruire il primo pronto soccorso di Medjugorje. Perché quando uno si sente male, la fede non basta. Il primo volo, infatti, sarebbe dovuto decollare domani (ma tant’è), e rientrare il 2 febbraio. Una data scelta da Brosio non a caso, in quanto ricorre l’anniversario della sua conversione. In ogni caso, anche senza il volo da Medjugorje (e i pellegrini se ne faranno una ragione), l’aeroporto di Comiso si accinge e presentare ufficialmente domani altre due tratte: la Comiso-Parma e la Comiso-Bergamo, oltre anche a quelle del tour operator Tourgest-Officine del Turismo.

Irene Savasta