Cronaca Santa Croce Camerina 28/01/2016 11:40 Notizia letta: 3622 volte

Tre arresti per droga

Ci sono un padre e un figlio
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977656-0-tre-arresti-per-droga.jpg&size=472x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977798-1-tre-arresti-per-droga.jpg&size=537x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977798-2-tre-arresti-per-droga.jpg&size=486x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977656-0-tre-arresti-per-droga.jpg&size=472x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977798-1-tre-arresti-per-droga.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2016/1453977798-2-tre-arresti-per-droga.jpg

Santa Croce Camerina - Sono stati arrestati a Santa Croce Camerina tre persone accusate del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Antonino Di Modica, 43 anni, del figlio Aurelio Di Modica, 20 anni, e di Giambattista Cicciarella, 20 anni, tutti con precedenti e tutti residenti a Vittoria. I Carabinieri hanno fermato una Fiat Punto durante un posto di blocco. A bordo, i tre vittoriesi che, dopo un controllo in banca dati, sono risultati tutti gravati da precedenti specifici per reati in materia di sostanza stupefacenti. I militari hanno così effettuato una perquisizione più approfondita. E così, in un’intercapedine ricavata sotto il piantone dello sterzo, e' stato rinvenuto un involucro contenente circa 30 grammi di sostanza stupefacente che, dagli accertamenti effettuati subito tramite narco – test, si è rivelata essere cocaina, pronta per essere suddivisa in dosi e quindi spacciata al dettaglio. I militari, poi, hanno esteso le perquisizioni alle rispettive abitazioni dei tre soggetti. Nell'abitazione dei DI MODICA e' rinvenuto un bilancino di precisione. Inoltre tale bilancino era ancora intriso di sostanza stupefacente, segno inequivocabile che era stato recentemente utilizzato e che, quindi, l’attività di spaccio dei DI MODICA era in pieno svolgimento e lo stupefacente da loro acquistato a Santa Croce Camerina, di lì a breve, sarebbe stato preparato per essere immesso sulla piazza di Vittoria. Dopo l'arresto, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Ragusa, dott. Gaetano Scollo, Antonino Di Modica e' stato sono stati associato presso la casa circondariale di Ragusa, mentre suo figlio Aurelio Di Modica e Giambattista Cicciarella, sono in regime di arresti domiciliari.
 

Irene Savasta