Attualità Canicattì 02/02/2016 16:53 Notizia letta: 3886 volte

Poesia, premio Iannuzzo per Giovanna Cannata

Per la poesia "Scuma ri mari"
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-02-2016/1454428451-0-poesia-premio-iannuzzo-per-giovanna-cannata.jpg&size=693x500c0

Canicattì - "Menzione speciale" intitolata al prof. Giuseppe Jannuzzo, per la ispicese Giovanna Cannata, nell'ambito del premio poesia "Il Parnaso", conferito sabato 30 gennaio al Teatro Sociale di Canicattì, per la poesia "Scuma ri mari".

Scuma ri mari

Rormi,
è comu 'na polena, ri lu megghiu lignu 'ntagghiatu.
Pusata 'nto menzu ri bianchi linzola, chi parunu scuma ri mari, Idda è fruttu risiatu.
Comu l'unni sunu i so' scianchi,
e li minni scogghi,
abbannunata a la friscura ro iornu ca nasci, sciaura ri rosi virmigghi.
Lu suli ci vasau la peddi,
nivuri i capiddi accarizzanu li spaddi.
Nura Idda, ri latu arriposa,
e a na manu ca u profilo disigna,
ri sta costa sarvagghia arrivorda, ri rina, na catina i muntagna.
I darreri taliella, t'arriala duci pinsieri, nun t'abbasta risialla,
t'adduma la vogghia ri pigghialla.
Si vota la fimmina, ti pari nu suonnu, cu li niviri occhi ti porta l'infernu,
la ciami, ti pari i tuccalla,
ma 'nta scuma ri mari Idda scumpari. 

Redazione