Cronaca Ragusa 08/02/2016 12:26 Notizia letta: 4581 volte

Distrugge un ristorante cinese e minaccia titolare, arrestato

Protagonista dell'azione un marocchino
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-02-2016/distrugge-un-ristorante-cinese-e-minaccia-titolare-arrestato-500.jpg

Ragusa - Tenta di distruggere un ristorante cinese e minaccia di morte il titolare. La Polizia, però, lo ha arrestato. Si tratta di Tawfik Addyani, 30 anni, marocchino. E’ successo tra sabato e domenica: le volanti, infatti, sono intervenute in seguito ad una segnalazione di aggressione violenta con bottiglie di vetro. Sul posto è stato bloccato un cittadino marocchino, ancora molto agitato, che si rifiutava categoricamente di entrare all’auto di servizio e ha iniziato a scalciare contro i poliziotti. Nel ristorante, un piccolo campo di battaglia: cocci di vetro sparsi ovunque, anche in strada. Anche una vetrina è andata distrutta. Il titolare, un cittadino cinese, da molti anni in Italia, ha raccontato e denunciato come il marocchino, già conosciuto per essere scappato altre volte senza pagare il conto e già in stato di euforia per aver alzato il gomito, dopo aver mangiato, ha iniziato ad urlare e a disturbare all’interno del locale, in presenza di altri clienti. Poi, ha minacciato più volte di morte il titolare e improvvisamente, a calci, ha iniziato a distruggere diversi arredi lì presenti tra cui la base di un grosso acquario. Non contento è uscito dal ristorante prelevava diverse bottiglie di vetro da un raccoglitore esterno e le ha lanciate contro il titolare rischiando più volte di ferirlo seriamente. Subito dopo, ancora in preda ai fumi dell’alcol, si è procurato delle ferite alle braccia e al collo proprio con uno dei cocci di vetro raccolto da terra. Tawfik Addyani è risultato avere diversi precedenti per reati della stessa tipologia e, dopo le cure del caso al pronto soccorso, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minaccia aggravata. Su indicazione del P.M. di turno d.ssa Valentina Botti, è stato tradotto nel carcere ragusano.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif