Cultura Socrathe 12/02/2016 13:29 Notizia letta: 2218 volte

Clementino, la canzone si fa commedia dell'arte

La sua interpretazione di Don Raffaè
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-02-2016/clementino-la-canzone-si-fa-commedia-dell-arte-500.jpg

Sanremo - Senza entrare nel merito delle canzoni in gara al 66 festival della canzone italiana. Solo un inciso. Su Clementino e la cover del Don Raffae’ di Fabrizio De Andrè portata in scena, ieri sera, sul palco dell’Ariston.

Il rapper di Avellino, che non conosciamo e sicuramente, per questo, poco apprezziamo come cantante, incanta la critica e stravince al televoto. Strano? Non proprio. Clementino ha portato la commedia dell’arte sul palco dell’Ariston. Clementino non ha cantato, ma recitato magistralmente in dialetto napoletano i versi di quella divina commedia scritta 26 anni fa dal poeta di Genova.

La canzone italiana si fa teatro a Sanremo, con Clementino, il rapper col cappellino con la visiera alzata, le adidas ai piedi e i calzoni sopra le caviglie.

Clementino che non nasce e non è un attore ha giocato d’intelligenza sopra il palco. Ha saputo tessere la tela a intrighi stretti, ordita da gestualità e sapiente mimica, che lega il cantante allo spettatore, così come fa l’attore in teatro col suo pubblico. Clementino ha parlato, conversato col suo pubblico, così, semplicemente, con gli strumenti che aveva a disposizione: la sua voce e il dialetto napoletano. Attirando l’attenzione dello spettatore e fuggendo dalle rigide regole della melodia. Che pure è riuscito a cogliere, nonostante l’orchestra dell’Ariston che lo sbatte per almeno due volte fuori tempo durante l’esecuzione del brano. In bocca al lupo, Clementi'.

Socrathe
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif