Attualità Scicli 17/02/2016 15:01 Notizia letta: 4283 volte

Irene si è innamorata

26 anni, fiorentina
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/irene-si-e-innamorata-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/1455717809-1-irene-si-e-innamorata.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/1455717809-2-irene-si-e-innamorata.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/irene-si-e-innamorata-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/1455717809-1-irene-si-e-innamorata.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/1455717809-2-irene-si-e-innamorata.jpg

Scicli - “Scicli, il gioiello barocco della Sicilia”. E’ intitolato così il reportage di viaggio della blogger professionista Irene Colzi, nata nel 1987 a Firenze e dal 2009 scrittrice per Irene’s Closet, il suo blog. Passione per la moda, il web e i viaggi, la comunicazione e la scrittura. Queste le caratteristiche essenziali del blog e di Scicli scrive: “L’effetto che fa Scicli appena svoltata la curva della strada che vi ci conduce è incredibile: sembra davvero un Presepio. Casette dal tetto grigio e dai muri chiari all’apparenza tutte uguali (ma tutte diverse) incastonate all’interno di margini rocciosi: una goduria per gli occhi.”

Poi, aggiunge: “Una volta parcheggiato nel centro città e presa una granita presso “Il Chioschetto” dietro consiglio di un anziano signore di Scicli  (fa solo granita al limone, ma che granita! ) abbiamo effettuato un giro sommario del centro del paese ammirando le splendide facciate di Palazzo Fava (non perdetevi le decorazioni dei balconi!), Palazzo Spadaro, Chiesa Sant’ Ignazio e quella di San Giovanni Evangelista (non perdetevi gli interni!). Ci siamo poi incamminati  per le pendici della collina della città vecchia per raggiungere la chiesa di San Matteo e di Santa Lucia. Durante il tragitto abbiamo intravisto antiche abitazioni rupestri (in pratica scavi nella pietra viva della montagna per ricavarci abitazioni), stradine romantiche e panorami mozzafiato. La Chiesa di San Matteo è una chiesa sconsacrata dal fascino incredibile mentre la Chiesa di Santa Lucia è una piccola chiesetta che, se fino a poco tempo fa risultava completamente lasciata a se stessa (immaginatevi dunque in che condizioni essa potesse trovarsi) oggi sta tornando alla vita grazie ad un gruppo di giovani artisti che, a proprie spese, sta effettuando un opera di restaurazione e di rivalutazione (senza l’appoggio del Comune come ci ha spiegato uno di questi giovani in loco). La chiesetta sarà destinata ad eventi culturali molto interessanti, dunque se siete in zona non perdeteveli!”.

Irene Savasta