Economia Ispica 17/02/2016 14:57 Notizia letta: 3127 volte

A Ispica si sono fatti l'orto

A scuola
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2016/a-ispica-si-sono-fatti-l-orto-500.jpg

Ispica - Si è appena concluso il progetto "Orti didattici", un'iniziativa formativa curata da Meridies col supporto di Camminiamo Insieme nell'ambito dei "Cantieri Educativi" 2015/2016. Il programma, partito a novembre, ha coinvolto gli studenti delle scuole medie di Ispica nella realizzazione di un piccolo orto biologico dove apprendere e poi mettere in pratica le nozioni di base dell’orticultura, lavorando da zero un terreno e seguendo la crescita delle primizie per raccoglierne infine i frutti.
Ai piccoli corsisti è stata spiegata in maniera semplice la riproduzione per seme e la riproduzione agamica, effettuata per talea o per margotta, di alcune varietà di piante ortive e aromatiche realizzate all'interno di una serra di riproduzione e di moltiplicazione. Tale struttura è stata costruita per l'occasione dai volontari dell'associazione Meridies ed è stata anche luogo di incontro, crescita civica e scambio di idee: dalle lezioni alla pratica sul campo, dalla semina alla raccolta, il tutto in un'ottica al tempo stesso ludica, didattica e terapeutica.
Contemporaneamente alla riproduzione in serra, i bambini si sono occupati di un piccolo appezzamento di terra, tramite il quale hanno potuto apprendere nozioni di base relative alle piante ortive, dalla semina, al raccolto finale. I piccoli agricoltori si sono spesso misurati con alcune piccole difficoltà che può incontrare un vero fattore, quali la carenza di piogge, temperature più o meno favorevoli per la crescita dei germogli in piante, la presenza di insetti infestanti, la cura e la dedizione di cui hanno bisogno le piante per crescere sane e forti.
Non sono mancati i momenti di alta valenza civica come in occasione dell'incontro avuto con Rosario Lupo, esponente dell'associazione "Libera - Contro le mafie", il quale si è soffermato sulla figura di Libero Grassi, imprenditore ribellatosi al racket e per questo ucciso.
A conclusione del corso, ortaggi e vasi di piante ornamentali sono stati divisi tra i partecipanti e in parte donati ai frati del convento di Gesu, che hanno generosamente messo a disposizione il giardino retrostante la chiesa.

Redazione