Cronaca Ragusa 18/02/2016 12:25 Notizia letta: 4183 volte

Rapina a Marina di Ragusa, arrestato il capoclan

E' un rumeno
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-02-2016/rapina-a-marina-di-ragusa-arrestato-il-capoclan-500.jpg

Ragusa - E’ stato arrestato Vasile Calin, rumeno di 38 anni ma da anni residente a Vittoria, considerato dai Carabineri il capo di una banda di rumeni che, a marzo del 2015, in un casolare nelle campagne di Marina di Ragusa avevano compiuto una rapina ai danni di una coppia di loro connazionali in perfetto stile “Arancia Meccanica”, noto film di Kubrick. Per questo, l’operazione è stata definita “Drughi”. L’ordinanza di misura cautelare in carcere è stata emessa dal GIP Claudio Maggioni su richiesta del PM Valentina Botti. Calin ha accumulato numerosi precedenti penali, soprattutto per reati contro il patrimonio, tanto da essere sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Prima di lui, erano stati arrestati altri soggetti rumeni, ritenuti responsabili di rapina pluriaggravata e violenza sessuale. Era la sera del 6 marzo 2015, verso le otto: quattro individui con il volto travisato e armati di bastoni, spranghe e un fucile, hanno fatto irruzione in un casolare nelle campagne di Marina di Ragusa abitato da un coppia agricoltori rumeni. Per le vittime è iniziato un vero e proprio incubo, durato circa venti interminabili minuti, durante i quali sono stati selvaggiamente picchiati a bastonate, al punto che l’uomo ha perso i sensi. La banda ha poi rubato preziosi, denaro contante e telefoni cellulari e, prima di fuggire, ha fatto esplodere anche un colpo di fucile distruggendo un mobile. Inoltre, è stata anche compiuta una violenza sessuale nei confronti della donna che, dopo essere stata immobilizzata sul letto, e dopo che gli erano stati abbassati i pantaloni, è stata palpeggiata a turno da tutti i malviventi.   Le vittime hanno chiesto l’aiuto dei Carabinieri e sono state subito avviate le indagini del caso. A ottobre 2015 sono stati arrestati Florin Ciubotaru, 28enne incensurato, Paul Emilian Maftei, 35enne pregiudicato, e Florin Sandu, 30enne pregiudicato, che si trovano ancora detenuti presso la casa circondariale di Ragusa. Nel corso delle perquisizioni era stato recuperato uno dei telefoni cellulari oggetto della rapina. Dalle indagini è emerso che Calin non solo aveva partecipato direttamente alla rapina ma, probabilmente in virtù del suo curriculum criminale, aveva anche assunto il ruolo d’ideatore e capo della banda, in grado d’impartire ordini agli altri soggetti già arrestati. Alle prime luci dell’alba i militari dell’Arma si sono recati in c.da Pozzo Bollente di Vittoria dove, Calin è stato rintracciato e poi arrestato e associato alla casa circondariale di Ragusa.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg