Attualità Ragusa 20/02/2016 10:35 Notizia letta: 8 volte

L'uomo che fece il mondo di cartone

Il lavoro di Massimo Gulino
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961245-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg&size=884x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961398-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg&size=884x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961866-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg&size=884x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961245-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961398-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2016/1455961866-1-l-uomo-che-fece-il-mondo-di-cartone.jpg

Ragusa - Un imprenditore che “ha dato vita alle sue idee”. E’ questa la sfida di un’azienda ragusana che utilizza materiali “poveri” per dare vita a strutture, allestimenti scenografici e rivestimenti per auto. Ma non solo. A loro si rivolge il pubblico più disparato: dagli scenografi ai pasticceri, dai commercianti ai farmacisti. Stiamo parlando di M.A.P., un’azienda che ha trasformato il polistirolo, il cartone e il plexiglass in qualcosa di più di semplici materiali di supporto. Massimo Gulino, imprenditore, ci racconta la sua avventura.

Chi è Massimo Gulino?
“Sono un giovane imprenditore dalle grandi idee che con enorme sacrificio è riuscito a concretizzare un sogno, quello di dare vita alle idee. Il sogno si chiama M.A.P.”

Di cosa si occupa esattamente M.A.P.?
“E’ un’azienda specializzata in allestimenti scenografici (in polistirolo, legno e materie plastiche) e pubblicitari (insegna, segnaletica interna ed esterna, espositori, ecc.), arredamenti personalizzati (in legno e plexiglass) e decorazione automezzi. Le tecnologie e i materiali offerti da M.A.P. trovano applicazione in molti settori: nella pasticceria (strutture per torte tridimensionali e alzate in plexiglass), nei set cinematografici e teatrali (elementi scenografici), nella vetrinistica (installazioni ed espositori vari), nel ripristino edilizio esterno e interno con mensole (cagnoli), cornicioni, stipiti, colonne, ecc. A ciò si aggiunge il servizio di stampa grande formato (per personalizzare vari supporti quali: pvc, tessuti, finta pelle, carta da parati)”.

Com’è nata l’idea di fondare un’azienda di questo tipo?
“Dando seguito alla passione, sbocciata nella prima infanzia, per la tecnologia applicata alla comunicazione visiva. Fondamentali sono state la lungimiranza nel saper individuare le future esigenze del mercato e le competenze tecniche maturate”.

Che tipo di mercato hanno questi allestimenti?
“Dal mercato locale a quello estero, passando attraverso quello regionale e nazionale”.

Voi vi occupate anche di scenografie, allestimenti pubblicitari e rivestimenti per auto…che tipo di clientela richiede questi servizi?
“Si rivolgono a noi prevalentemente pasticcieri, case di produzione cinematografica, costruttori edili, commercianti (concessionarie automobilistiche, farmacie, ottici, abbigliamento, ecc.), artigiani, liberi professionisti e privati”.

Quali tipi di materiali si utilizzano?
“Tra i supporti flessibili utilizziamo PVC adesivo e non, tessuti, carte da parati e finta pelle, mentre tra i supporti rigidi lavoriamo legno, plexiglass, PVC espanso, alluminio, Korian, polistirolo e policarbonato”.

Lavorate anche all’estero o solo in Italia?
“Operiamo prettamente in Italia, ma tra i nostri clienti annoveriamo aziende maltesi e austriache”.

Vi occupate anche di realizzare oggetti, diciamo, artistici?
“Abbiamo fatto nascere, in sinergia col designer Emanuele Cavarra, un marchio specifico, Grankio Design, per la progettazione e la realizzazione di oggettistica, complementi d’arredo, illuminotecnica e trofei (dal 2010 i trofei del premio “Ragusani nel Mondo” sono firmati Grankio Design)”.

Irene Savasta