Economia Ragusa 21/02/2016 20:16 Notizia letta: 4483 volte

Depositi bancari, i ragusani hanno sul conto 11.300 euro, neonati compresi

E sono grandi risparmiatori
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-02-2016/depositi-bancari-i-ragusani-hanno-sul-conto-11300-euro-neonati-compresi-500.jpg

Ragusa - I risparmiatori iblei si tengono alla larga da qualsiasi investimento a rischio e preferiscono tenersi depositi sicuri e su conto corrente. I dati emersi dall’Osservatorio congiunturale della Fondazione Res, infatti, dimostrano come mediamente ciascun cittadino, neonati compresi, di questa provincia abbia un saldo di 11,300 euro in depositi bancari. 3.409 milioni è la consistenza totale dei depositi bancari della provincia di Ragusa che presenta andamenti differenziati a livello territoriale. A Modica e Vittoria i depositi più consistenti. Le banche interne commerciali, soprattutto radicate da lustri nel territorio, detengono un terzo dell’intera raccolta nonostante la fiammata registrata a fine anno dalla raccolta dei patrimoni gestiti delle banche online e di promozione finanziaria. Istituti diversi da quelli tradizionalmente commerciali, che prestano soldi a imprese e famiglie. Realtà con reti di promozione molto più aggressive delle tradizionali interne bancarie, e che sfruttano la paura del bail-in. Altra direzione presa è quella verso Poste Italiane, che starebbe registrando buone performance.
A fronte di ciò, le consistenze dei prestiti, proseguendo una tendenza manifestata nel tempo, mostrano un andamento negativo anche in provincia di Ragusa. 5 miliardi di euro di affidamenti al 2015 incluse le sofferenze. Dati in calo del 1,54% rispetto al 2014 ma che segnano una distribuzione territoriale su banche ,per così dire commerciali, con la stessa consistenza dei depositi bancari. E’ così risulta direttamente proporzionale come gli istituti bancari più esposti siano gli stessi che fanno più raccolta.
Ancora una volta l’orientamento dei risparmiatori iblei appare orientato verso le forme più liquide di risparmio, conti correnti in particolare (+7%). Per contro, le obbligazioni bancarie hanno continuato a registrare una tendenza negativa, -23,6% nell’anno a settembre.

Gabriele Giannone
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg