Cronaca Vittoria 25/02/2016 11:07 Notizia letta: 2456 volte

Tenta il furto in una villa con un masso

Arrestato un marocchino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-02-2016/1456394863-0-tenta-il-furto-in-una-villa-con-un-masso.jpg&size=411x500c0

Vittoria - Stava tentando di entrare in una villetta tentando di buttare giù la porta con un grosso macigno ma è stato bloccato dalla polizia. Si tratta di un pluripregiudicato marocchino di 37 anni, Abdelaziz Bouafia, bloccato in contrada Serra Rovetto, territorio di Vittoria. I primi a lanciare l’allarme sono stati due cittadini che hanno immediatamente chiesto aiuto alla polizia. Una volta arrivati sul posto, gli agenti hanno bloccato l’uomo che ha opposto resistenza sferrando calci e pugni. Infine è stato ammanettato. Dalle testimonianze è emerso che già intorno alle 18.00 erano stati sorpresi due soggetti, verosimilmente stranieri che, con l’uso di un masso, hanno colpito violentemente la porta d’ingresso di una villetta di campagna. All’arrivo dei poliziotti i malviventi si sono dati alla fuga in direzioni diverse ma uno di loro è stato raggiunto mentre tentava di scavalcare il muro di cinta. Oltre ai danni causati dal masso, è stata anche divelta una barra di ferro posta trasversalmente dall’interno della porta e le cerniere erano state scardinate dal muro. Sul luogo è intervenuta anche la Polizia Scientifica per i rilievo del caso. L’uomo bloccato era sprovvisto di documenti ed era in stato di ubriachezza: è stato accompagnato al Pronto Soccorso per essere sottoposto a cure mediche, così come un agente che ha riportato ferite ed escoriate agli avambracci nel tentativo di bloccarlo. Bouaafia è risultato già gravato da numerosissimi precedenti di polizia e penali in materia di reati contro il patrimonio, la persona e gli animali, più volte arrestato e recentemente scarcerato dal carcere di Caltagirone. Inoltre risulta inottemperante al Decreto di Espulsione del Prefetto di Catania. E’ stato arrestato per tentato furto in abitazione, in concorso con persona rimasta ignota e per resistenza a Pubblico Ufficiale e condotto presso il carcere di Ragusa.

Irene Savasta