Cronaca Santa Croce Camerina 15/03/2016 12:21 Notizia letta: 3426 volte

Si chiama Amaddio ma fa l'estortore

Era paziente, però
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-03-2016/1458040900-0-si-chiama-amaddio-ma-fa-l-estortore.jpg&size=362x500c0

Santa Croce Camerina - E’ stato arrestato Salvatore Amaddio, 70 anni, vittoriese ma residente a Ragusa, accusato del reato di estorsione. L’uomo era sorvegliato speciale perché accusato di far parte di un’associazione mafiosa Si recava, infatti, a Santa Croce Camerina e prelevava tutto ciò che due commercianti avevano in cassa. Se non c’erano contanti, aspettava che entrassero i clienti. Amaddio, come si diceva, è soggetto noto alla Polizia di Stato in quanto già arrestato in diverse operazioni di Polizia Antimafia. Nel 2002 è stato arrestato per aver fatto parte di un’associazione a delinquere di stampo mafioso che aveva come fine quello di estorcere denaro (reati per i quali è stato poi condannato nel 2007). Gli è stato anche prescritto l’obbligo di soggiorno nel comune di Ragusa ma ovviamente tale misura non è stata rispettata. Con appostamenti nei pressi degli esercizi commerciali segnalati la polizia ha notato questo anziano signore che tutti conoscevano come mafioso che effettivamente si recava con la moglie (in quanto non può guidare essendogli stata ritirata la patente) a Santa Croce Camerina al fine di fare “visita” ad alcuni titolari. La polizia lo ha fermato mentre usciva dalla piccola bottega. Il pregiudicato si è giustificato dicendo di essere andato li con la moglie per prendere dei soldi di un prestito fatto ai due coniugi che gestiscono l’attività. Accompagnati in ufficio, sia l’estorsore che le vittime, gli uomini della Squadra Mobile hanno messo davanti all’evidenza dei fatti i due commercianti e nonostante la paura di denunciare hanno riferito che Amaddio aveva detto di dover consegnare a lui il denaro di un debito da loro contratto con un’altra persona, altrimenti “avrebbe mandato i ragazzi della sua squadra”. Amaddio è stato sottoposto agli arresti domiciliari a causa della sua età. Ieri l’arrestato è stato sentito dal G.I.P. che ha convalidato l’arresto e mantenuto il soggetto in custodia cautelare.

Irene Savasta