Cronaca Pozzallo 26/03/2016 14:23 Notizia letta: 6672 volte

Il ladro che salta dal secondo piano e si rompe le ossa

Giuseppe Dainotti, 40 anni, catanese
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-03-2016/1458998627-0-il-ladro-che-salta-dal-secondo-piano-e-si-rompe-le-ossa.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-03-2016/1459002405-1-il-ladro-che-salta-dal-secondo-piano-e-si-rompe-le-ossa.jpg&size=393x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-03-2016/1458998627-0-il-ladro-che-salta-dal-secondo-piano-e-si-rompe-le-ossa.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-03-2016/1459002405-1-il-ladro-che-salta-dal-secondo-piano-e-si-rompe-le-ossa.jpg

Pozzallo - Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Pozzallo, nel corso di un predisposto servizio di contrasto ai furti in abitazione, hanno tratto in arresto Giuseppe Dainotti, classe ’76, catanese, già noto alle forze di polizia per reati contro il patrimonio.
Ieri mattina, infatti, insieme ad un altro complice, l’uomo si era introdotto in un’abitazione posta al piano rialzato forzandone una finestra. A questo punto, i malviventi hanno rovistato in alcune stanze dell’appartamento ed hanno arraffato vari oggetti, sicuri che in casa non ci fosse nessuno.
Tuttavia, all’interno dell’abitazione erano presenti i due figli minori della vittima che, dopo aver sentito alcuni rumori provenire da una stanza, nell’andare a verificare cosa stesse accadendo, hanno notato la presenza dei due ladri che stavano rovistando negli armadi e nei cassetti della camera da letto, quindi, hanno immediatamente dato l’allarme al padre ed ai Carabinieri.
Da li a poco giungeva una pattuglia della Stazione dei Carabinieri di Pozzallo ed il proprietario della casa, dunque, i malviventi, vistosi ormai scoperti, tentavano la fuga dalla finestra.
Uno di essi, però, perdeva l’equilibrio e cadeva dal piano rialzato impattando a terra e rimanendo ferito e, a questo punto, veniva subito arrestato dai Carabinieri.
L’altro complice, invece, riusciva a dileguarsi, pertanto, i Carabinieri hanno subito organizzato diversi posti di blocco sulle possibili vie di fuga ma, al momento, l’uomo è ancora ricercato.
L’arrestato, a seguito delle ferite riportate nella caduta, veniva accompagnato dai Carabinieri e da un’ambulanza presso l’Ospedale Maggiore di Modica dove è tuttora ricoverato per la frattura ad una gamba e dove rimarrà per il momento sottoposto agli arresti domiciliari come disposto dal Sostituto Procuratore di turno della Procura di Ragusa, d.ssa Valentina Botti.
I Carabinieri, intanto, hanno già avviato le indagini per risalire all’identità del complice riuscito a dileguarsi e, inoltre, nei prossimi giorni, continueranno con mirati servizi per il contrasto dei furti in abitazione in modo da garantire ai cittadini un’adeguata sicurezza e tranquillità anche in occasione delle festività pasquali.

Redazione