Attualità Scicli 04/04/2016 12:26 Notizia letta: 2286 volte

Donata Pizzi, la nuova sciclitana che colleziona foto femminili

Gusto femminile
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-04-2016/1459765634-0-donata-pizzi-la-nuova-sciclitana-che-colleziona-foto-femminili.jpg&size=751x500c0

Scicli - Lei è Donata Pizzi, è una nuova sciclitana. 

Milanese, tornata nella sua città dopo anni e anni passati prima a Londra e poi a Roma, nell'arco di un anno ha acquisito un'ottantina di fotografie. Solo fotografie e solo di autrici donne, e italiane, che coprono esattamente cinquant'anni di produzione: 1965-2015.

Partendo da Lisetta Carmi che negli anni '60, ragazza genovese di buona famiglia, passò diverso tempo con un gruppo di travestiti. Li immortalò in un celebre libro, dando loro un'esistenza che all'epoca non avevano. E poi Mondo Cocktail di Carla Cerati, Marina Ballo Charmet, Lucia Marcucci, Libera Mazzoleni, Giulia Caira, Isabella Balena, Liliana Moro, Marialba Russo (con lo splendido progetto "in presa diretta” Al ristorante il 29 settembre 1974), e poi le giovani Elena Givone, Gea Casolaro, Silvia Camporesi. E ora aspetta l'occasione per mostrare questo curioso tesoro.

«Sono fotografa da sempre; ho iniziato come archivista all'Espresso e a Roma ho aperto io il primo ufficio di Getty Images. Sono stata insomma anche dall'altra parte della barricata. E conosco bene il mercato, l'ho vissuto anche da fotografa.

Idealmente vorrei portare una parte di queste foto a Villa Necchi Campiglio, e l'altra parte nel cubo trasparente di OVS in Corso Buenos Aires, o da Zara. Perché Ai Weiwei a Parigi va al supermercato e da noi no?»

Redazione