Giudiziaria Scicli 05/04/2016 22:31 Notizia letta: 4344 volte

Inquinamento ambientale a Scicli, sedici indagati

Due ex sindaci coinvolti
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-04-2016/1459888330-0-inquinamento-ambientale-a-scicli-sedici-indagati.jpg&size=667x500c0

Scicli - Sono stati notificati in questi giorni tutti gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari alle sedici persone coinvolte a vario titolo in ordine al presunto inquinamento ambientale emerso nell’estate del 2014 lungo il litorale sciclitano. Le indagini sono state condotte da Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto su disposizione della Procura della Repubblica di Ragusa. Nell’inchiesta ci sarebbero due ex sindaci, funzionari del comune di Scicli, rappresentanti legali delle strutture recettive, i responsabili legali delle ditte di espurgo reflui e di manutenzione.
La vicenda giudiziaria, in capo ai magistrati Gaetano Scollo e Francesco Puleio, verte sui presunti traffici illeciti di rifiuti provenienti presuntivamente dei resort turistici Marsa Siclà e Baia Samuele, in special modo reflui fognari. Per gli inquirenti ci sarebbe una concausa all’inquinamento, perché a quelle che ritengono siano responsabilità delle strutture recettive si affiancano quelle che addebitano ai comuni, i cui impianti stando ad una relazione, risulterebbero non efficienti.
Le difese avranno ora venti giorni di tempo per decidere se far sottoporre i propri assistiti a nuovi interrogatori e per presentare delle memorie difensive utili a ricostruire dal loro punto di vista la vicenda, cercando di ribaltare le tesi accusatorie. Nel frattempo possono avere accesso a tutti i documenti e gli elementi raccolti dalla magistratura nel corso delle indagini. Si tratta di una documentazione molto corposa, con il fascicolo composto da migliaia di pagine.

Gabriele Giannone