Cronaca Marina di Ragusa 10/04/2016 19:58 Notizia letta: 4696 volte

Chiusa una casa di prostituzione a Marina

C'erano due ragazze rumene
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-04-2016/1460389820-0-chiusa-una-casa-di-prostituzione-a-marina.jpg&size=936x500c0

Marina di Ragusa - Chiusa l’ennesima casa di prostituzione, stavolta a Marina di Ragusa. I carabinieri hanno individuato e apposto i sigilli a un’abitazione dove due giovani e avvenenti ragazze rumene esercitavano l’attività di prostituzione. Gli accertamenti sono partiti monitorando alcuni siti internet, spesso utilizzati come bacheche di annunci a sfondo sessuale, su cui le donne pubblicizzavano le loro prestazioni ai potenziali clienti. I militari hanno accertato che alcuni dei numeri indicati in tali siti erano in uso a delle giovani donne di nazionalità rumena che sono state  localizzate a Marina. L’abitazione era  pubblicizzata in maniera evidente sul sito internet, con tanto di fotografie che non lasciavano alcun dubbio sulla finalità degli incontri. Per tale motivo, con un espediente, i militari hanno contattato  l’utenza telefonica indicata sul sito, riuscendo a farsi dire l’esatta ubicazione dell’abitazione in questione. Dopo un servizio di appostamento, nell’arco di poche ore, i militari hanno notato  un continuo andirivieni di persone che si recavano nella casa in questione, trattenendosi per poco tempo, giusto il tempo di un veloce rapporto sessuale. Oltre alle ragazze, inoltre, i militari hanno ritrovato pure tutto l’occorrente per svolgere l’attività di prostituzione, quali centinaia di preservativi e attrezzi vari per consumare rapporti sessuali diversi dal solito. L’abitazione in questione, invece, risultava di proprietà di un pensionato ragusano, L.C. di anni 80, che forse aveva pensato di arrotondare i guadagni della sua pensione affittando l’abitazione di sua proprietà alle due giovani donne, che la utilizzavano per esercitare la loro attività di prostituzione. Il pensionato è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione, avendo consentito che una sua abitazione venisse adibita allo svolgimento di tale attività e le due donne, che risultano regolari sul territorio, sono state  allontanate dalla casa in questione.

Irene Savasta