Cronaca Ragusa 21/04/2016 10:27 Notizia letta: 5552 volte

Chef, col pallino dei reperti archeologici

99 monete d'argento e bronzo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-04-2016/1461227482-0-ristoratore-e-ricettatore-di-reperti-archeologici-denunciato.jpg&size=666x500c0

Ragusa - Noto ristoratore ragusano di 48 anni mette in vendita sul web antichi reperti archeologici e viene denunciato per ricettazione.  Sono stati i carabinieri della Sezione Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa, coadiuvati dai militari della Compagnia Carabinieri di Ragusa, a ritrovare un “tesoro”  nel corso di una perquisizione domiciliare. Sono state sequestrate 99 monete in argento e bronzo e 16 reperti di varia tipologia (fibule, anelli, orecchini, coppette in ceramica acroma, lucerne in ceramica). I militari rinvenivano hanno ritrovato anche un metal detector e vari attrezzi utilizzati per ricerche e scavi clandestini.  I reperti, di epoca greca e romana, erano stati illecitamente messi in vendita on-line. Il contestuale ritrovamento di utensili idonei alla ricerca e allo scavo avvalora l’ipotesi che tali beni siano provento di attività di ricerca archeologica clandestina. Gli accertamenti proseguiranno per individuare il luogo di provenienza dei beni recuperati. L’indagato, nel corso della perquisizione domiciliare, è stato anche trovato in possesso di un grammo e mezzo  di hashish e di un  grammo di marijuana, sottoposte a sequestro, ed è stato quindi segnalato al prefetto di Ragusa quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Irene Savasta