Cronaca Modica 26/04/2016 14:46 Notizia letta: 3476 volte

Abusivismo edilizio, denunciati tre modicani

In Contrada Finocchiara-Cava Ispica
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-04-2016/abusivismo-edilizio-denunciati-tre-modicani-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-04-2016/1461674966-1-abusivismo-edilizio-denunciati-tre-modicani.jpg&size=662x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-04-2016/abusivismo-edilizio-denunciati-tre-modicani-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-04-2016/1461674966-1-abusivismo-edilizio-denunciati-tre-modicani.jpg

Modica - Sono state denunciate tre persone per lavori edilizi abusivi: la struttura, che si trova in Contrada Finocchiara-Cava Ispica è di proprietà di G.G., 52 anni, ed è stata sequestrata per opere consistenti nella demolizione e parziale ricostruzione di un fabbricato rurale  preesistente (da destinare a ristorante),  a servizio dell’attività di un Agriturismo. L’intervento della Polizia Locale di Modica è scaturito da una segnalazione della Soprintendenza. In effetti,  è stata rilevata l’esistenza di un corpo di fabbrica in corso di costruzione (da destinare a ristorante), costituito da una base di fondazione in cemento armato  nonché di una struttura portante in cemento armato, formata da una serie di   22  pilastri (disposti lungo il perimetro) e da cordoli di coronamento, che determinano un’altezza complessiva della struttura medesima di   4,50  metri circa. In una porzione del costruendo corpo di fabbrica pari a una superficie di 168 mq,  era stato realizzato un solaio in cemento armato con un’apertura   nella parte centrale,  e una scala in cemento armato costituita da  tre rampe. Lateralmente al  corpo di fabbrica, sono state anche  rilevate opere in cemento armato finalizzate alla realizzazione di una tettoia. In tutto, le opere occuperebbero un’area di 132,00 circa mq. L’area dove insiste l’ insediamento edilizio, ricade in zona soggetta a vincolo paesistico.  A carico del proprietario, del   tecnico di fiducia, A.C.,  47 anni,  e del titolare dell’impresa esecutrice dei lavori, G.C., 35 anni, tutti modicani, è stata inoltrata la Comunicazione Notizia di Reato alla Procura della Repubblica.  Il cantiere, compresi i ponteggi metallici e le attrezzature di carpenteria che si trovavano all’interno, è stato sottoposto a Sequestro preventivo di Polizia Giudiziaria.

Irene Savasta