Attualità Antiche vie 27/04/2016 11:34 Notizia letta: 2206 volte

I cammini francigeni in Sicilia

Dal 1 maggio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-04-2016/i-cammini-francigeni-in-sicilia-500.jpg

Ottava Giornata Nazionale dei cammini Francigeni. Anche in Sicilia. In programma in tutta Italia il primo maggio 2016,  con un mese di appuntamenti organizzati dalla rete dei Comuni della via Francigena di Sicilia e consultabili sul sito camminifrancigenidisicilia.it,  l'evento è inserito nel cartellone “Cammini Sacri di Sicilia” dell'Assessorato al Turismo della Regione Siciliana. In Sicilia la manifestazione è curata da “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia”. L'associazione nasce nel 2009 e da anni studia e recupera i percorsi della viabilità storica per riproporli ai camminatori e ai pellegrini, mescolando natura, storia e spiritualità e si occupa di strade, trazzere e vie storiche ma ama il sociale e progetta cammini con disabili e ragazzi con problemi di giustizia, per riappropriarsi del territorio e della sua valenza politica. Ma che cosa sono i cammini francigeni? Anticamente, erano un fascio di vie che collegava la Francia a Roma. Oggi, il sistema dei cammini che si appoggia sulla viabilità storica di Sicilia, vogliono recuperare le suggestioni dei  più grandi cammini italiani e del Cammino di Santiago di Compostela. In tutto, in Sicilia sono interessati 22 Comuni e tre tratte interessate dai cammini:  Via Francigena Palermo-Messina per le montagne, con un percorso che, dalla costa di Palermo, attraversa per 410 km le Madonie, i Nebrodi e i Peloritani alla volta della città di Messina. Magna Via Francigena Agrigento-Palermo, della lunghezza di 160 km.  Via Francigena della costa e Via Francigena Fabaria, da Agrigento a Gela e da Gela a Maniace-Randazzo, per un totale di 320 km.

I Comuni coinvolti sono:  Castronovo, Polizzi, Castellana, Palermo, Catania, Paternò, Adrano, Militello Val di Catania, Messina, Castroreale, Monforte San Giorgio, Villafranca Tirrena, Novara di Sicilia, San Pier Niceto, Santa Lucia Mela, Montalbano, Castelmola, Nicosia, Mazzara, Agrigento, Palma di Montechiaro e  Lentini. Per quanto riguarda le tipologie di manifestazioni, sono in programma mostre, aperture straordinarie, trekking escursionistici, urbane trekking, visite guidate, convegni, incontri, spettacoli itineranti, processioni, veglie sull'accoglienza e il pellegrinaggio, cicloturismo e trekking fotografici.

 

Irene Savasta