Economia Tafuri 02/05/2016 12:40 Notizia letta: 23023 volte

Si inaugura a fine maggio il Castello che fece impazzire Schumacher

Spettacolo sul mare
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-05-2016/1462185654-0-si-inaugura-a-fine-maggio-il-castello-che-fece-impazzire-schumacher.jpg&size=750x500c0

Portopalo di Capo Passero - Michael Schumacher lo contrattò, per 10 milioni di euro, nel 2008, ma poi non se ne fece nulla. 

La famiglia Tafuri, spinta da un rinnovato orgoglio, ha ripreso in mano le redini delle vicende immobiliari, e ha investito soldi propri e un finanziamento pubblico per restituire al territorio un sogno: il castello Tafuri. 

Quindici anni di abbando, vandalizzato, depredato e distrutto.

Nel 2013  sono cominciati i lavori di riqualificazione che hanno resuscitato il castello.

Per la riqualificazione del castello, fatto costruire dalla famiglia Belmonte negli anni '30 e poi acquistato nel dopoguerra dai Tafuri, sono stati spesi 2 milioni e mezzo di euro. Denaro ottenuto da un progetto finanziato con i Fondi strutturali regionali, uno dei sei di tutta la provincia di Siracusa, di cui fa parte anche il villaggio Capo Passero, a cui sono stati destinati 6 milioni di euro.

Negli ultimi tre lustri il castello è stato abbandonato e poi saccheggiato: tutto ciò che si trovava al suo interno è stato rubato. Nel corso degli anni è stato distrutto dai vandali e dal tempo, ed adesso si trova in condizioni fatiscenti e rischia il crollo. Nei periodi estivi è anche stato utilizzato come area di campeggio. È anche finito in vendita tra i "gioielli" proposti da una agenzia immobiliare sul proprio sito web, ed ha attirato l'interesse di personaggi famosi, due in particolar modo, entrambi appartenenti al mondo della Formula 1: Flavio Briatore e l'ex pilota della Ferrari, il pluriiridato, Michael Schumacher. Un affare che Briatore rifiutò, pare, per l'eccessivo costo economico dell'operazione, mentre quella dell'ex ferrarista e sette volte campione del mondo di Formula 1 fu poco più di un apprezzamento fatto per la posizione e la maestosità della struttura, durante un viaggio nel sud est del Siracusano. Ma non si concretizzò alcuna vendita.

Il castello è anche stato legato, soprattutto negli ultimissimi anni, ad alcune voci su presunti riti satanici che sarebbero stati celebrati nei mesi invernali.

L'inaugurazione è stata fissata tra la fine di maggio e i primi due giorni di giugno. 

Sarà una struttura ricettiva, col massimo delle stelle. 

Redazione