Attualità Ragusa 09/05/2016 16:40 Notizia letta: 4471 volte

Debutto glamour della nuova Tiguan da Sergio Tumino

Da 27 mila euro
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2016/debutto-glamour-della-nuova-tiguan-da-sergio-tumino-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2016/1462804891-1-debutto-glamour-della-tiguan-da-sergio-tumino.jpg&size=750x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2016/debutto-glamour-della-nuova-tiguan-da-sergio-tumino-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2016/1462804891-1-debutto-glamour-della-tiguan-da-sergio-tumino.jpg

Ragusa - Una serata glamour, per salutare l'ultima arrivata di casa Volkswagen. 

La nuova Tiguan è stata svelata al pubblico ragusano sabato sera presso la concessionaria Sergio Tumino, nel nuovo show room dedicato alla casa tedesca. 

La nuova Tiguan è “più SUV” ma al contempo anche “più di un SUV” ed entra a buon diritto nel territorio dei crossover.
In breve: più piacere di guida; più dinamica; più stile; più sicurezza; più comfort; più infotainment.

L'auto, rispetto al passato, è orientata anche sul versante offroad, con un’altezza da terra di 200 mm nelle versioni con trazione integrale. Che hanno tra l’altro un peso rimorchiabile di 2.500 kg e, a richiesta, uno speciale frontale con angolo di attacco di 25°.

Il che non significa aver sacrificato il comfort di guida o le dotazioni di bordo, tra cui spiccano le tecnologie di infotainment: l’App Connect è di serie su tutta la gamma italiana e permette un collegamento ottimale per smartphone o tablet. Nel pacchetto comfort, come optional, è poi inclusa anche una base di ricarica induttiva per smartphone.

Progettata sulla piattaforma modulare MQB del gruppo tedesco, quella riservata ai modelli con motore montato trasversalmente, propone più spazio per i passeggeri e per i bagagli e una maggior attenzione alla qualità percepita.

Disponibile con due o quattro ruote motrici, questa seconda generazione prevede al lancio sei motori, due a benzina e quattro a gasolio, per potenze comprese tra 115 e 240 Cv. E' offerta con tre frontali leggermente diversi per il design (Onroad, Offroad e R-Line) e tre livelli di allestimento (Style, Business ed Executive). Il listino per i benzina (solo 2WD) parte dai 27.500 euro del 1.4 TSI da 125 Cv, per i Diesel dai 28.750 euro del 1.6 TDI, un motore per il momento riservato al solo mercato tricolore. La trazione integrale 4Motion, esclusiva del due litri a gasolio (150 Cv, 190 Cv e 240 Cv), è accessibile a partire dai 34.950 euro della 150 Cv Style con cambio manuale.

La nuova Tiguan offre più spazio per i passeggeri. I posti anteriori sono confortevoli e anche dietro il divano è accogliente, con + 2,9 cm in più per le gambe. La seduta scorrevole di 18 cm (+2 cm) permette di aumentare all'occorrenza la capacità del vano bagagli (cresciuta di 50 litri), senza sacrificare il numero di posti, dai 520 litri con divano tutto indietro ai 615 litri con tutto avanti. Plancia lineare con linee spigolose, senza guizzi ma elegante, comandi ben posizionati, un grande schermo a colori da 8'' disponibile di serie su tutta la gamma, plastiche di qualità, al primo impatto il posto guida del Tiguan trasmette un'impressione ''premium''. Sensazione che si accentua sulle versioni Executive, grazie alla strumentazione digitale da 12,3 pollici che riporta tra i due quadranti utili informazioni, come le indicazioni in 3D del sistema di navigazione satellitare. La dotazione per la sicurezza prevede 7 airbag e sistemi tecnologici quali la frenata di emergenza con riconoscimento dei pedoni e il Lane assist che mantiene automaticamente la vettura in corsia, anche in caso di distrazione del guidatore. Standard sulle Executive, il controllo attivo della velocità di crociera accelera, frena e ferma da solo la macchina, rendendo meno stressante la guida nel traffico.

Alla guida del 2.0 TDI da 190 Cv con trazione integrale e cambio automatico DSG a 7 rapporti, si apprezza il brio della vettura che pesa 16 kg in meno rispetto alla prima serie. Il cambio è rapido e vellutato nei passaggi di marcia. Impostando il sistema di gestione dinamica del veicolo ''4Motion Active Control'' su offroad oppure su offroad individual (le alternative sono ''standard'' per l'impiego quotidiano e ''snow'' per i fondi scivolosi), il cambio si comanda in maniera manuale e in discesa si può sfruttare il freno motore. Tenendolo in seconda, vicino ai 5.250 giri del limitatore, la sua voce però diventa eccessivamente presente a bordo. Voce che, passati i 120 km/h, si somma ai fruscii aerodinamici, per un effetto che diventa fastidioso oltre i 160 km/h.

 

 

Redazione