Attualità Gela 24/05/2016 21:13 Notizia letta: 35892 volte

Porta il barbecue in ospedale per cucinare la carne al marito ricoverato

Rusta e mancia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-05-2016/porta-il-barbecue-in-ospedale-per-cucinare-la-carne-al-marito-ricoverato-500.jpg

Gela - "Furnacella rusta e mancia". 

Era il titolo di una trasmissione cult di Video Golfo, tv gelese, negli anni 90. 

Figlia di una tradizione, tutta gelese, della domenica mattina, ovvero quella di cucinare, con il barbecue, per strada: "barbecue, arrosti e mangia", si tradurrebbe in italico. 

Un barbecue tra le corsie ospedaliere per garantire carne alla brace al marito ricoverato. Protagonista dell’insolito gesto, una donna, bloccata mentre cercava di varcare l’ingresso dell'ospedale “Vittorio Emanuele” di Gela. 
Aveva in spalla una pesante valigia che ha attirato le attenzioni dell’addetto al servizio di portineria.

Il vigilantes al suo interno ha accertato la presenza di un barbecue con carbonella al seguito.

La donna aveva pensato di posizionare il braciere in una delle terrazze adiacenti al reparto, quello dove il coniuge era ricoverato. Avrebbe ammesso di volere cucinare carne alla brace per il marito ammalato, mostrando discreta insistenza nei confronti dell’addetto al servizio di sicurezza.

L’operatore della ditta Ksm, seppur sgomento, non ha esitato a dissuadere l’incauta casalinga dalle proprie intenzioni. “Voglio solo cucinare della carne alla brace a mio marito ammalato”, avrebbe ammesso la donna, cinquantenne, al vigilantes, ricorrendo ad un disinvolto linguaggio dialettale, per certi versi anche spregiudicato. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg