Appuntamenti Ispica 27/05/2016 11:31 Notizia letta: 2663 volte

Spiagge e fondali puliti, a Ispica

Un'iniziativa del circolo Legambiente Sikelion
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-05-2016/1464341646-0-spiagge-e-fondali-puliti-a-ispica.jpg&size=500x500c0

Ispica - Sabato 28 maggio, a cura del Circolo Legambiente “Sikelion”, si svolgerà anche ad Ispica l’edizione 2016 di “Spiagge e fondali puliti - Clean up the Med”, grande campagna di volontariato ambientale che ogni anno si svolge in ben 21 Paesi del Mediterraneo, alle porte della stagione estiva. Due gli obiettivi: da una parte, come suggerisce il nome, rimuovere dalle coste l’immondizia che troppo spesso le deturpa ed avvelena; dall’altra, far acquisire ai cittadini l’importanza di un corretto smaltimento dei rifiuti. Ai volontari si uniranno gli ospiti dello S.P.R.A.R. “Madonna delle Grazie”, centro ispicese per richiedenti asilo e rifugiati gestito dalla cooperativa sociale “IntegrOrienta” di Ragusa. L’iniziativa, inserita nella “Settimana della legalità”, ha inoltre il sostegno del Comune che, avendo aderito all’evento nazionale, ha chiesto la collaborazione della locale sede di Legambiente. Naturalmente, la partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti: ai proprietari di immobili lungo la fascia costiera ed agli imprenditori del settore turistico, che da un territorio bello e salubre traggono un giusto profitto economico, ma anche ad associazioni e semplici cittadini che vogliano dedicare qualche ora del proprio tempo alla cura del luogo in cui noi tutti viviamo. L’appuntamento è allora a S. Maria del Focallo, alle ore 8.00, presso il primo ingresso lungo la Pozzallo-Marza (in corrispondenza del noto locale “Soda”). Il Cigno Verde farà poi tappa anche a Ciriga, in modo da abbracciare idealmente l’intera costa calandrina. «Bottiglie di vetro, lattine, buste di plastica, tappi, coperchi, bicchieri, stoviglie, contenitori, ami da pesca, mozziconi di sigaretta: la lista delle schifezze abbandonate che possono rovinarci il gusto di una bella passeggiata sulla spiaggia è lunghissima: un’aggressione continua ed insopportabile ai paesaggi che più amiamo ed alla quale è impossibile rimanere indifferenti», ha commentato il presidente di Sikelion, Gaetano Donzella. «Per questo motivo, vogliamo sollecitare la partecipazione di tutti i cittadini ed in particolare delle associazioni di promozione del territorio, degli operatori turistici, dei proprietari di B&B e strutture ricettive. Perché purtroppo -ha concluso- molte volte l’immagine del territorio non corrisponde alle immagini da cartolina che lo promuovono, mentre una spiaggia ed un mare “davvero” puliti hanno un valore più alto; e questo è decisamente apprezzato dai turisti di tutte le latitudini».

Redazione