Attualità Lutto 04/06/2016 18:33 Notizia letta: 2383 volte

Siracusa piange Fernando Balestra

Morto a 64 anni
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-06-2016/siracusa-piange-fernando-balestra-500.jpg

Siracusa - A Siracusa lo ricorda con affetto anche tanta gente comune, che neanche sapeva chi fosse: non era inusuale vederlo seduto al bar Viola, nel cuore di Ortigia, a due passi da Palazzo Greco, sede dell’Inda, a parlare con i presenti dell’argomento del giorno o perfino di pallone. Tutt’altro che snob, benché fosse proprio lui il grimaldello verso un mondo altro, il sovrintendente, quello del rilancio della fondazione Inda. Nella città delle tragedie greche è stata colta con sgomento la notizia della morte di Fernando Balestra, sovrintendente Inda dal 2005 al 2012. Si è spento nella notte, improvvisamente, a 64 anni. Probabilmente una ischemia, mentre si trovava a Bene Vagienna (provincia di Cuneo), dove faceva il direttore artistico delle “Ferie di Augusto”, il festival di teatro classico che si svolge nel sito archeologico di Augusta Bagiennorum, nel cuneese.

Fernando Balestra era nato a Paternopoli (Avellino) il 25 febbraio 1952. Sovrintendente della Fondazione Istituto nazionale del dramma antico per 7 anni, dal 5 aprile 2005 al 31 dicembre 2012, dopo essere stato membro del Consiglio di amministrazione dall’ottobre 2004 al marzo 2005. Il teatro greco siracusano, dove sono in pieno svolgimento le rappresentazioni classiche della 52esima edizione, lo ha ricordato ieri sera: prima della Alcesti la fondazione Inda ha fatto ascoltare un brano con le parole di Balestra sul teatro e su Siracusa.

Intanto lo ha ricordato sul proprio sito con queste parole: “Oggi è per tutti noi una giornata triste e di lutto. La Fondazione Inda è sgomenta e piange la morte di Fernando Balestra. Prima consigliere d'amministrazione e poi sovrintendente per 8 anni. Balestra ha segnato un pezzo di storia dell’Inda rilanciando l’attività e allestendo stagioni che sono state dei veri e propri trionfi. A Balestra si devono la riapertura della scuola di teatro della Fondazione Inda, segno della grande attenzione che ha sempre avuto per la formazione dei giovani, così come le tante tournée che hanno portato l’Istituto nazionale del dramma antico nei più prestigiosi teatri del mondo e i “Fuochi di Prometeo”, altra iniziativa riservata alle giovani generazioni. Quello stesso fuoco che ha sempre animato Fernando Balestra in tutta la sua carriera e nei suoi anni alla guida dell’Inda. A Balestra va il nostro abbraccio più grande”.

“Quello che accade ogni anno a Siracusa non è solamente uno spettacolo, è un rituale di appartenenza a una civiltà, a una radice a un modo di essere di cui Siracusa è testimone e custode”, Proprio la voce registrata di Fernando Balestra ha aperto la serata al teatro greco di Siracusa, pochi minuti fa, prima dell’inizio della Alcesti di Euripide. Un teatro greco in piedi e commosso ha salutato con diversi minuti di applausi l’uomo che è stato protagonista della rinascita dell’Istituto nazionale del dramma antico tra il 2005 e il 2012 a Siracusa. Tra gli spettatori pure il presidente del Senato Pietro Grasso. “La voce che avete ascoltato – ha detto Sergio Mancinelli, attore di Alcesti - era quella di Fernando Balestra, la straordinaria personalità di Fernando, la sua passione la sua intelligenza sono state fondamentali per il rilancio dell’istituzione e per la riapertura anche dell’accademia d’arte del Dramma antico. Purtroppo questa notte Fernando è venuto a mancare….”. Qui i 5mila che gremiscono la cavea sono scattati in piedi e hanno cominciato a applaudire. “Ecco – ha ripreso l’attore del cast di Alcesti - la Fondazione tutta, le maestranze e le due compagnie, di Alcesti e Elettra, chiedevano esattamente questo: di unirvi a noi nell’ultimo saluto a Fernando dedicandogli il primo applauso della serata”.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg